Il Cagliari pare proprio non volersi fermarsi, e anche il pareggio ottenuto oggi sul campo del Torino per 1-1 lo dimostra.

La squadra sarda in questo inizio di stagione sta stupendo tutti, tifosi, avversari ed addetti ai lavori. Risultati positivi e nel gioco, che si stanno traducendo in una classifica davvero insperata prima dell'inizio della stagione.

Il club ha fatto un mercato oculato, vendendo ed acquistando calciatori consoni al progetto messo nelle mani di mister Maran. I rossoblù peraltro, per il momento non sono stati baciati dalla fortuna, dilaniati da infortuni anche molto pesanti.

Su tutti quelli di Pavoletti e Cragno, due pedine fondamentali dello scacchiere cagliaritano, finiti anzitempo e per un lungo periodo in infermeria. Due brutti infortuni che avrebbero potuto condizionare in maniera davvero importante il cammino del Cagliari. Invece la squadra del presidente Giulini, ha trovato dentro sé una grande forza e convinzione nei propri mezzi, che la stanno facendo viaggiare con il vento in poppa.

La partita contro il Torino: il primo tempo

Quella contro il Torino era la classica partita difficile, contro una squadra scorbutica che fa della dinamicità e della grinta, due armi importanti del proprio modo di stare in campo.

Il tecnico Mazzarri ha trasmesso i suoi concetti alla squadra, che contro il Cagliari voleva vincere per rilanciare le proprie ambizioni europee.

Il primo tempo del match è stato abbastanza combattuto, con le sue squadre che si sono affrontate a viso aperto, cercando di superarsi. A passare in vantaggio sono stati però gli ospiti, che grazie ad un bel destro incrociato di Nandez dall'interno dell'area di rigore, ha battuto l'incolpevole Salvatore Sirigu. Il Torino prova a rispondere, ma la prima frazione di gioco si chiude con i rossoblù in vantaggio.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Calciomercato

La seconda frazione di gara

Nel secondo tempo a sorpresa è il Cagliari che parte forte. Recrimina infatti un rigore per possibile fallo su Joao Pedro. L'arbitro e la Var però non la pensano alla stessa maniera e la partita prosegue. Al minuto 68 arriva il pareggio dei granata. Cross rasoterra da sinistra, Zaza ben appostato in area e stranamente lasciato troppo libero, fredda Olsen con un sinistro chirurgico tipico del suo repertorio. Al minuto 73 contropiede del Toro, gran tiro di Belotti con Olsen che si oppone con un grande intervento.

Al minuto 85 bella combinazione rossoblù, fermata da un intervento decisivo dell'estremo difensore granata. L'arbitro assegna tre minuti di recupero, ma non accade più nulla.

Finisce quindi 1-1, con un punto per parte che soddisfa sicuramente più gli ospiti sardi (che salgono a quota 15 punti) rispetto ai padroni di casa granata. E fra i tifosi cagliaritani ora c'è chi sogna l'Europa.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto