Beppe Marotta e Antonio Conte avrebbero un progetto ben preciso per l'Inter del futuro. Amministratore delegato e tecnico vorrebbero, infatti, puntellare la rosa gradualmente di talenti italiani per far sì che nelle prossime stagioni la squadra possa ruotare intorno ad una sorta di zoccolo duro "azzurro". In realtà, secondo la Gazzetta dello Sport il principale ideatore di questa strategia sarebbe il dirigente varesino che l'avrebbe avuta in mente fin dai suoi primi mesi di lavoro nel club del Gruppo Suning.

Il primo mattone verso la costruzione di un'Inter prevalentemente "italiana" è stato già apposto e risponde proprio al nome di Conte. Dopo aver dato il benservito a Luciano Spalletti, infatti, Marotta ha voluto a tutti i costi nuovamente con sé - dopo i fasti juventini - l'allenatore pugliese per dare innanzitutto una svolta non solo sotto il profilo tattico, ma anche organizzativo e caratteriale, poiché l'ex Chelsea è ben noto per le sue capacità nel trasmettere personalità e mentalità vincente ai propri calciatori.

Fatto ciò, si è passati ad una sorta di "bonifica" dell'intero ambiente da quegli elementi che avrebbero potuto minarne equilibri e serenità, e così sono partiti i ben noti Mauro Icardi, Ivan Perisic e Radja Nainggolan. E se è vero che durante lo scorso mercato estivo la società milanese ha acquistato gli stranieri Romelu Lukaku (Belgio), Alexis Sanchez (Cile), Diego Godin (Uruguay) e Valentino Lazaro (Austria), è pur vero che sono stati effettuati degli investimenti importanti per rinforzare il centrocampo con due giovani talenti italiani.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter Calciomercato

L'approdo alla Pinetina di Nicolò Barella e Stefano Sensi non sarebbe affatto casuale, poiché entrambi nel progetto "italiano" di Marotta e Conte rappresentano i primi elementi giovani da far crescere sotto l'ala protettiva del tecnico nerazzurro per farne dei veri e propri pilastri dell'Inter delle prossime stagioni. In quest'ottica non bisogna dimenticare che il club meneghino ha accolto anche il difensore Bastoni (di rientro dal prestito al Parma) e Biraghi, "figliol prodigo" dopo aver effettuato gran parte del suo percorso calcistico tra le fila delle giovanili della Beneamata.

Infine, sono stati inseriti in prima squadra i classe 2002 Sebastiano Esposito e Lorenzo Pirola. Tuttavia, siccome l'Inter per storia e blasone ha l'obbligo di tornare a vincere trofei e campionati, andando ad intaccare il dominio della Juventus degli ultimi anni, questi innesti non bastano di certo a garantirsi una formazione in grado di battere gli storici rivali torinesi.

Di conseguenza, Beppe Marotta avrebbe già segnato sul proprio taccuino una serie di obiettivi di mercato italiani, tra i quali ci sarebbero gli ambiti Chiesa e Tonali, passando per Castrovilli, astro nascente della Fiorentina.

Inter: il mercato si potrebbe tingere di 'azzurro'

Federico Chiesa della Fiorentina e Sandro Tonali del Brescia (da molti addetti ai lavori già definito "il nuovo Pirlo") sarebbero dunque i sogni italiani dell'Inter per il prossimo Calciomercato estivo. Ovviamente, sarà tutt'altro che semplice non solo riuscire a strapparli alle rispettive società, ma anche battere la folta concorrenza che si prevede nella corsa a questi due ottimi giocatori soprattutto in chiave futura.

E sembra proprio che il club milanese sia destinato a vedersela almeno con la Juventus, anch'essa interessata ad entrambi.

Marotta, in pieno accordo con Conte, starebbe valutando anche Gaetano Castrovilli, 22 enne attaccante pugliese che Vincenzo Montella sta lanciando in queste settimane alla Fiorentina con ottimi risultati. Alle sue spalle starebbe scalando posizioni Davide Frattesi, centrocampista ventenne di proprietà del Sassuolo attualmente in prestito all'Empoli. Infine, fari puntati sul Genoa, dove quest'anno si è trasferito in prestito Andrea Pinamonti, il cui cartellino appartiene proprio alla società meneghina.

La Gazzetta dello Sport, considerando gli italiani già presenti in rosa e quelli che potrebbero arrivare soprattutto nella prossima stagione (rivali permettendo) è riuscita addirittura già ad ipotizzare un 4-3-3 dell'Inter di Conte "all'italiana". La formazione sarebbe la seguente: Padelli, D'Ambrosio, Ranocchia, Bastoni, Biraghi; Barella, Sensi, Gagliardini; Candreva, Esposito, Politano.

Ovviamente siamo ancora nel campo delle ipotesi e delle indiscrezioni di mercato ma, tenendo d'occhio quest'undici proposto dal quotidiano sportivo milanese, si può notare come già il centrocampo non sarebbe affatto male, soprattutto se Conte riuscisse a recuperare sotto il profilo della personalità Gagliardini.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto