Fra i centrocampisti più forti del calcio italiano degli ultimi anni c'è stato sicuramente Andrea Pirlo. L'ex regista bresciano, che sta studiando per diventare tecnico, è apprezzato in generale da tutti gli amanti di calcio italiani, in quanto il suo ricordo è anche associato alla vittoria della Coppa del mondo nel 2006 della Nazionale italiana.

L'ex giocatore, in un'intervista a Radio Radio, ha avuto modo di parlare di molti argomenti, toccando il tema mondiali ed il suo grande assist per il gol di Grosso, fino a parlare di un retroscena di mercato che lo ha riguardato.

Pirlo si è poi soffermato anche sugli attuali allenatori della Serie A, con una menzione speciale riservata a chi lo ha ulteriormente valorizzato alla Juventus, ovvero Antonio Conte, attuale tecnico dell'Inter. Secondo Pirlo il tecnico pugliese 'è un genio', molto preparato sulla tattica e allo stesso tempo definirlo come solo grinta è riduttivo per uno che ha vinto ovunque ha allenato.

'Sono stato vicino alla Roma prima di andare alla Juve'

Lo stesso Pirlo ha svelato a Radio Radio un clamoroso retroscena di mercato del passato che lo ha riguardato direttamente.

Come dichiarato dall'ex centrocampista bianconero: "Se sono stato mai vicino alla Roma? Sì, ho avuto dei contatti prima di andare alla Juventus".

Come è noto infatti, una volta scaduto il contratto con il Milan nel 2011, Pirlo ha avuto diverse offerte, ma alla fine, nonostante la corte di società come la Roma, ha deciso di scegliere il progetto Juventus, guidato proprio da Antonio Conte. Quest'ultimo è sicuramente un modello per Pirlo, come già accennato in precedenza, ma non è il solo: l'ex centrocampista ha infatti sottolineato come anche la calma di Carlo Ancelotti sia un esempio che vuole portarsi nel bagaglio di esperienza da allenatore.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Calciomercato

Il parere su Zaniolo e Tonali

A proposito del proprio passato da giocatore, Pirlo si è poi soffermato sulla sua esperienza con l'Inter: quando arrivò nella società di Moratti la squadra era piena di campioni, da Baggio a Djorkaeff fino ad arrivare a Ronaldo, e quindi nel ruolo di trequartista infatti non ha trovato spazio, anche per la giovane età. Ecco perché decise di accettare l'offerta in prestito della Reggina, dove in una stagione fece piuttosto bene, per poi ritornare successivamente all'Inter senza troppa fortuna.

Altro argomento dell'intervista è stato il futuro della Nazionale italiana, in particolar modo Pirlo si è soffermato su due giovani destinati ad avere un futuro brillante: parliamo di Zaniolo e Tonali. Sul centrocampista della Roma ciò che lo sorprende è la forza fisica, mentre quello del Brescia ha una personalità inusuale per la sua età.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto