La Juventus è soddisfatta, in quanto si è assicurata per almeno quattro anni le prestazioni di un giovane promettente che in questa prima parte di campionato ha già fatto vedere di cosa è capace. Si tratta del centrocampista svedese di proprietà dell'Atalanta, ma in prestito al Parma, Dejan Kulusevski, 20 anni ancora da compiere. Un ragazzo che ha bruciato tutte le tappe e quindi la società di Torino ha pensato bene di anticipare tutti, Inter in testa, che aveva anche lei l'intenzione di acquistarlo, di prenderlo e di fargli firmare il contratto per poterlo poi avere nelle sue fila definitivamente dal 1° luglio prossimo.

Il giovane svedese ha fatto le visite mediche ed ha firmato per 4 anni

Il giovane calciatore scandinavo, ma di origini macedoni, ha sostenuto nella giornata del 2 gennaio le visite mediche di rito al J-Medical alla Continassa. Dopo aver constatato la sua efficienza atletica, è stato portato in ufficio, dove alla presenza del suo agente, ha firmato un contratto che lo lega per quattro anni, ossia fino al 2024. L'idea iniziale della dirigenza bianconera è stata di metterlo subito a disposizione di mister Sarri.

Ma alla fine ha prevalso il buon senso in quanto, nella città ducale, il ragazzo può completare la sua crescita calcistica e ambientarsi completamente in un campionato che viene considerato il più difficile del mondo. La cifra che la Juventus ha sborsato per acquisire le sue prestazioni è di 35 milioni di euro più 9 di bonus, al giocatore 2,5 milioni di ingaggio all'anno a salire. Fino a questo momento Kulusevski ha giocato in Serie A 17 partite, segnando 4 reti e fornito ai suoi compagni 7 assist.

Un giocatore di cui si dice un gran bene. Lo svedese, alla fine di tutto, ha incontrato una delegazione di tifosi, e ha detto a loro che dal mese di luglio, quando ci sarà il ritiro, ha in testa di lavorare sodo per farli contenti e dimostrare che la somma pagata per comprarlo è stata ben spesa.

Gli altri affari in entrata e in uscita della Juventus

Non solo il futuro, ma anche il presente, in quanto i bianconeri sono impegnati su tre fronti: campionato, Champions e Coppa Italia.

Intanto sono state perfezionate due cessioni, Mattia Perin che va a difendere i pali del Genoa, un ritorno il suo all'ombra del Grifone, mentre Mario Mandzukic è stato ceduto a titolo definitivo al Al Duhail, dove ha riabbracciato un suo vecchio compagno di squadra, il marocchino Mehdi Benatia. Resta ancora da risolvere il problema del tedesco di origine turca Emre Can, che ha mercato, e una ipotesi è quella di scambiarlo con l'argentino in forza al PSG Leandro Paredes, ma quella pista al momento risulta rallentata. Il sogno è sempre uno: quello di far ritornare a Torino un certo Paul Pogba, un giocatore da sempre amato dai supporters bianconeri.

Il francese è alle prese con un problema alla caviglia e sembra imminente una operazione chirurgica per risolvere definitivamente il fastidio, ma è da tempo ai ferri corti con l'allenatore del Manchester United che lo utilizza a singhiozzo. Altro nodo da sciogliere è Rugani, un tempo pupillo del tecnico toscano sin dai tempi dell'Empoli, ma oggi non più tanto considerato. Per questo ragazzo si prospetta un duello tutto inglese tra Leicester e Arsenal per assicurarselo. Infine buone notizie da capitan Giorgio Chiellini, che sembra essere vicino al rientro sul campo di gioco. Infine è stato deliberato nei mesi scorsi un aumento del capitale sociale di 300 milioni di euro, interamente versato.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!