La Juventus è attesa domenica 26 gennaio dal posticipo contro il Napoli al San Paolo. Una partita importante per i bianconeri, che vorranno confermare il +4 sull'Inter o magari allungare sulla squadra di Conte qualora incappi in uno stop contro il Cagliari. Il match però è inevitabilmente 'pesante' anche per il Napoli, che dovrà riscattare le ultime tre sconfitte in campionato subite contro Inter e Fiorentina (in casa) e Lazio (fuori casa). Su Napoli-Juventus è stato intervistato un ex tecnico di entrambe le squadre, Marcello Lippi.

Il commissario tecnico della Nazionale italiana Campione del Mondo nel 2006 ha detto la sua sulla partita che si disputerà domenica sera, sottolineando come al Napoli non mancheranno di certo le motivazioni per disputare un grande match. Ha infatti dichiarato: "La Juventus è un avversario che tocca le corde dell'orgoglio di tutti". Ha poi aggiunto che "il Napoli ha mostrato delle buone cose in Coppa Italia. La Lazio è una delle squadre migliori del campionato". Segnale evidente di come la squadra di Gattuso stia ritrovando intensità ed aggressività e quindi una crescita importante dal punto di vista caratteriale.

'Il Napoli vorrà dare continuità alla bella prestazione offerta contro la Lazio'

Lo stesso Lippi ha continuato la sua intervista per Radio Kiss Kiss soffermandosi sull'importanza del pubblico per il Napoli. L'ex ct dell'Italia lo ritiene un fatto fondamentale per risollevare la stagione della squadra campana in Serie A. Ha infatti svelato un piccolo retroscena della sua esperienza da tecnico del Napoli, quando una volta perse in casa al San Paolo, ma poi fece risultato a Roma la partita successiva.

Al ritorno nel proprio stadio il pubblico napoletano inondò di affetto la squadra nel match contro l'Inter con ben 75mila spettatori.

Attualmente il Napoli naviga in posizioni non tranquille, più vicino alla zona retrocessione che non al primo posto utile per garantire la qualificazione all'Europa League. Marcello Lippi ha poi aggiunto che "il Napoli vorrà dare continuità alla bella prestazione offerta contro la Lazio".

Ha poi parlato della situazione del Napoli, sottolineando che molti giocatori sono a fine ciclo e quindi dovrà essere bravo a cercare di tirare fuori il massimo da chi probabilmente lascerà la società a fine stagione. Ha fatto i complimenti al nuovo acquisto Demme, che garantisce ordine al gioco, mentre sarà importante per il tecnico calabrese recuperare giocatori importanti come Koulibaly e Ghoulam. Questi ultimi infatti in questa stagione sono stati condizionati da infortuni pesanti: con il loro ritorno Gattuso potrà finalmente ritrovare la quadratura tecnica-tattica importante. Ha poi confermato che il Napoli deve affidarsi completamente al tecnico calabrese che sarebbe in grado di risollevare la squadra.

Segui la nostra pagina Facebook!