È terminato in pareggio con il risultato di 1-1 il big match di Serie C Reggina - Bari, giocatosi ieri allo Stadio Oreste Granillo di Reggio Calabria. Ad assistere al match tanto atteso tra la prima e la seconda in classifica, quasi 20.000 sostenitori amaranto ed oltre 1200 tifosi del Bari.

Nonostante il risultato, che ha lasciato l’amaro in bocca per entrambe le fazioni, rimangono immutate le distanze tra la prima in classifica, la Reggina, e la seconda, il Bari. Gli amaranto del Mister Toscano, nonostante le discussioni e le polemiche, continuano ad avere un vantaggio di 6 punti sia sul Bari che sulla Ternana, e domenica prossima si scontreranno contro la Vibonese.

Una 'Reggina guerriera'

È stata letteralmente ad un passo dalla vittoria la reggina del Mister Toscano che reduce da due sconfitte ottenute nelle due partite precedenti con la Cavese ed il Virtus Francavilla, ieri ha regalato fortissime emozioni e soddisfazioni al tecnico, al presidente e alla tifoseria. Il match, combattuto a denti stretti sino al 3° minuto di recupero, ha visto una Reggina di altissima qualità e un Bari agguerrito.

Reggina - Bari come preannunciato è stato non un semplice incontro calcistico, ma un vero e proprio spettacolo ricco di azioni data l’alta qualità di entrambe le squadre rivali.

Il primo tempo di Reggina - Bari

Per Reggina - Bari, il mister Toscano ha schierato in campo Loiacono, Gasparetto, Rossi, Blondett, Bianchi, De Rose, Rolando, Sounas, Corazza, Denis e Bellomo.

A difendere la porta ci ha pensato il brillante Guarna.

Vivarini invece ha scelto di schierare lo schema tattico 4-3-1-2 ed entrambe le squadre hanno giocato un primo tempo ricco di azioni e tiri in porta dove l’attenzione è sempre rimasta più che alta.

Il primo tempo si è concluso con il risultato di 0-0 e con una maggior percentuale di possesso palla, azioni e tiri in porta da parte degli amaranto, combattivi sino dal fischio d’inizio.

Gli uomini di Vivarini hanno giocato i primi 45’ ai limiti della sportività e l’arbitraggio sembra essere stato molto permissivo, a tal punto da provocare fischi e insulti da parte della tifoseria amaranto.

Il secondo tempo di Denis e Perrotta

Altissima la tensione dopo il rientro dei giocatori in campo: la Reggina ha aumentato nettamente la qualità della difesa confermandosi anche durante il secondo tempo la squadra con maggior possesso palla, numero di azioni e tiri in porta.

A dare la svolta al match ci ha pensato il binomio Rolando – Denis: al 69’ minuto, Gabriele Rolando piazza un cross da Serie A che tra gli applausi e lo scalpore il compagno Denis riesce a trasformare in Goal facendo letteralmente esplodere di gioia la tifoseria amaranto presente allo Stadio Oreste Granillo.

Dopo il gol subito dal Bari, aumenta nettamente la tensione tra le due squadre in campo e il concetto di sportività sembra allontanarsi sempre più dal Granillo che, tutto ad un tratto, sembra essere diventato teatro di irregolarità da parte della squadra del Mister Vivarini, nettamente aggressiva.

A tre minuti dal 90’, su cross da punizione, Perrotta imbuca la palla nella rete della Reggina, tra le proteste degli amaranto che contestano un forse netto fuorigioco sia all'arbitro che al guardalinee.

Nulla da fare: arriva la conferma del goal dal direttore di gara e, nonostante la protesta di Guarna punito con un cartellino giallo, la partita termina con il risultato di 1-1.

Le parole del tecnico amaranto post partita

Durante la conferenza stampa avviata nell'immediato in seguito al fischio finale di Reggina - Bari , il mister Toscano è intervenuto ed ha sottolineato come la Reggina abbia giocato bene ed abbia dimostrato di essere una squadra di alto livello e di come si sia velocemente ripresa in seguito alle due sconfitte subite.

“La Reggina - ha spiegato il tecnico amaranto - ha giocato una grande partita contro il Bari, meritavamo di vincere”.

Segui la pagina Serie C
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!