Il connubio tra Alexis Sanchez e l'Inter sembra destinato a durare poco. La società milanese lo ha prelevato durante la scorsa sessione del mercato estivo dal Manchester United in prestito secco. Tuttavia, stando alle ultime dichiarazioni rilasciate da Ole Gunnar Solskjaer, allenatore della formazione britannica, a partire dalla prossima stagione l'attaccante cileno rientrerà alla casa-madre, dunque non vi sarà alcun riscatto da parte del club nerazzurro.

Quest'indiscrezione circolava già da un po' di tempo tra i principali media del Regno Unito, e in queste ore è stata ulteriormente corroborata dalle parole del tecnico norvegese.

Questi, infatti, interpellato sul destino del calciatore sudamericano, ha replicato senza alcuna esitazione: "La prossima estate tornerà al Manchester United". L'obiettivo dello storico club della Premier League è quello di fare in modo che l'ex Udinese e Barcellona possa avere finalmente l'opportunità di mostrare il suo valore tecnico con la casacca della società di proprietà della famiglia Glazer.

Dunque, tenendo conto delle affermazioni di Solskjaer, soltanto da qui e fino al termine di maggio Alexis Sanchez sarà ancora un giocatore dell'Inter.

Ad onor del vero, c'è da sottolineare che finora il numero 7 della formazione lombarda non ha lasciato il segno al suo ritorno in Serie A dopo i fasti di Udine. Complici la splendida intesa sbocciata in attacco tra Lukaku e Lautaro Martinez, e un infortunio alla caviglia che l'ha tenuto lontano dai campi di gioco per diversi mesi, il campione del Sudamerica 2015-2016 non ha particolarmente brillato.

Ed ora pare che gli restino pochi mesi per ritrovare la piena forma fisica e per lasciare un buon ricordo di sé tra il popolo nerazzurro.

Lautaro Martinez squalificato: grande occasione per Sanchez

L'occasione per mettersi finalmente in mostra con l'Inter potrebbe essere imminente per Alexis Sanchez. Infatti, dopo l'espulsione rimediata contro il Cagliari, il titolare Lautaro Martinez è stato squalificato per due turni, quindi salterà anche il derby con il Milan.

Di conseguenza, in mancanza di alternative, Antonio Conte dovrebbe puntare proprio sul cileno come spalla di Romelu Lukaku.

L'intesa con il bomber belga, maturata negli anni trascorsi insieme al Manchester United, potrebbe aiutare l'ex Barcellona a fornire delle prestazioni di rilievo nelle prossime gare. Certo, alle sue spalle scalpita il giovane e promettente Sebastiano Esposito. Nonostante ciò, siccome si tratta di un ragazzo che non ha ancora compiuto 18 anni, difficilmente verrà caricato della responsabilità di essere titolare nell'undici di partenza, e potrebbe essere utilizzato a gara in corso da Antonio Conte.

In realtà, in attesa di valutare se Sanchez, di rientro dall'infortunio, avrà già i 90 minuti nelle gambe, il tecnico pugliese attende novità dal mercato. L'Inter sta cercando un centravanti, e al momento pare che siano in ballottaggio Fernando Llorente del Napoli e Olivier Giroud del Chelsea, con quest'ultimo dato come favorito per il trasferimento a Milano. Il bomber francese vorrebbe lasciare presto i Blues per trovare più spazio altrove e giocarsi così le proprie chance di essere tra i convocati della Francia per i prossimi campionati europei.

Il Chelsea, per privarsi del centravanti transalpino, avrebbe chiesto 5 milioni di euro più almeno 2 milioni di bonus.

L'Inter starebbe ancora riflettendo, trattandosi comunque di un calciatore che il prossimo 30 settembre compirà 34 anni. E chissà che nel frattempo Conte non si ritrovi un Sanchez di nuovo utile alla causa nerazzurra, anche se con le valige già pronte per il rientro a Manchester in estate.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!