Una delle grandi sorprese in casa Inter in questa stagione è stato sicuramente Alessandro Bastoni. I nerazzurri lo hanno acquistato due anni e mezzo fa dall'Atalanta per quasi trenta milioni di euro, lasciandolo per qualche mese in forza alla Primavera della Dea. Processo di crescita continuato lo scorso anno in prestito secco al Parma, dove ha potuto cominciare a giocare in pianta stabile da titolare in Serie A. Quest'anno sembrava destinato ad una nuova cessione in prestito ma il tecnico nerazzurro, Antonio Conte, dopo averlo testato in precampionato, ha deciso di tenerlo in prima squadra. Con il passare delle settimane, poi, il giocatore si è ritagliato uno spazio importante, attirando inevitabilmente l'attenzione dei top club europei.

Barcellona e City su Bastoni

Le prestazioni di Alessandro Bastoni sono andate al di là di ogni aspettativa quest'anno. Il centrale era l'ultimo all'interno delle gerarchie della difesa dell'Inter, dietro anche a Ranocchia. Con il passare delle settimane, però, il tecnico nerazzurro, Antonio Conte, ha creduto in lui arrivando a preferirlo spesso anche ad un giocatore di livello internazionale come Diego Godin.

Classe 1999, l'ex Atalanta e Parma ha dimostrato, nonostante la giovane età, di avere grande personalità, qualità che piace molto all'ex allenatore del Chelsea. Sono tredici le presenze totalizzate in questo campionato, con una rete realizzata contro il Lecce. Vista l'età e le qualità mostrate, il centrale è finito nel mirino di alcuni top club, in particolar modo il Barcellona e il Manchester City.

Sia i blaugrana che i Citiziens, infatti, sono alla ricerca di un rinforzo di livello nel reparto arretrato. Il Barça cerca l'erede di Piqué, anche a causa dei continui problemi fisici accusati da Umtiti. Gli inglesi, invece, cercano un difensore già dalla scorsa estate e da gennaio, quando avevano pensato ad un altro centrale dell'Inter, Milan Skriniar.

La risposta dell'Inter

L'interesse manifestato da Barcellona e Manchester City per Alessandro Bastoni non sembra aver smosso l'Inter. I nerazzurri, infatti, puntano molto sul centrale classe 1999 e, già in passato, Suning ha dimostrato di non voler sacrificare gli elementi migliori in rosa, soprattutto in prospettiva futura.

Proprio per questo motivo il club meneghino avrebbe fatto sapere di non essere interessato a discutere della sua cessione ma, anzi, di assicurargli un ruolo da protagonista per il futuro.

Dopo le prestazioni offerte in quest'annata e la fiducia di Antonio Conte, l'Inter è pronta a sedersi al tavolo delle trattative per arrivare al rinnovo di contratto, attualmente in scadenza a giugno 2023.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!