La Uefa si è riunita martedì 17 marzo insieme alle 55 federazioni associate. Tante le decisioni prese, su tutte il rinvio dell'Europeo al 2021. Novità anche per quanto riguarda il prosieguo della Champions League e dell'Europa League. Per entrambe le ipotesi avanzate dalla Uefa sono sette. La speranza ovviamente è che si possa ripartire quanto prima e che quindi l'emergenza virus possa rientrare in fretta. In questo modo si eviterebbe anche l'eventuale compressione di entrambe le competizioni per club.

Il rischio infatti è che se si dovesse iniziare in ritardo, quarti e semifinali potrebbero essere ridotte a partita unica, magari in campo neutro.

Il limite massimo per la fine di Europa League e Champions League stabilito dalla Uefa è rispettivamente il 24 giugno ed il 27 giugno, qualora l'emergenza virus dovesse proseguire. Nelle date proposte dovrebbero quindi disputarsi le finali, a Danzica l'Europa League mentre a Istanbul la Champions League. Ritornando alle ipotesi promosse dalla Uefa per il prosieguo della massima competizione europea per club, la prima data resa disponibile è quella del 14 aprile.

La seconda invece è il 28 aprile.

Champions League, tutte le ipotesi per la ripresa

Oltre alle date di aprile, sono state proposte altre cinque date, quattro a maggio ed una a giugno. Nel mese di maggio i giorni in cui potrebbe riprendere la Champions League sono il 5, il 12, il 19 e 26 maggio. L'ultima data disponibile è il 13 giugno, anche perché da quel giorno mancherebbero appena due settimane alla finale prevista ad Istanbul.

In merito alle sedi delle finali di Europa League e Champions League, la Uefa ha informato anche altre città dell'eventualità di ospitare la partita conclusiva qualora dovessero esserci problemi a Danzica e/o Istanbul.

Abbiamo parlato di sette ipotesi ma non è escluso che possa essercene un'altra, ovvero l'annullamento dell'edizione di Champions League ed Europa League della stagione 2019-2020. Ovviamente si tratterebbe di una soluzione estrema in quanto si spera che ci possa essere una ripresa.

Vorrebbe dire che l'emergenza virus sarebbe rientrata.

Figc, le possibili ipotesi per il campionato italiano e la Coppa Italia

Il rinvio dell'Europeo potrebbe permettere anche la ripresa del campionato, fermo alla 26esima giornata. Potrebbero essere 'sfruttati' i mesi di maggio e giugno per concludere la stagione e per assegnare il campionato ed eventualmente la Coppa Italia. A tal riguardo sono tre le ipotesi che la Figc potrebbe prendere in considerazione per fronteggiare l'emergenza virus: la cristallizzazione dell'attuale classifica (diverrebbe campione la Juventus), la non assegnazione della Serie A e della Coppa Italia e l'eventuale disputa di play-off e play-out.

Segui la nostra pagina Facebook!