L'emergenza coronavirus non ha risparmiato neanche il mondo del calcio, con gran parte dei giocatori che si trovano al momento in quarantena per evitare il rischio contagio.

Nelle ultime ore si sono scatenate ad esempio diverse polemiche sul ritorno di Higuain in Argentina. Gran parte degli addetti ai lavori si è infatti scagliata contro il giocatore ed in generale contro la Juventus per aver autorizzato il ritorno dell'argentino in Sudamerica. Ci ha pensato però la società bianconera a tranquillizzare tutti sottolineando che il giocatore è tornato per visitare la mamma malata.

Diversa invece la situazione associata a due giocatori serbi, Luka Jovic del Real Madrid e Nikola Ninkovic dell'Ascoli. I due calciatori, secondo il giornale 'Blic', sarebbero stati avvistati per le strade di Belgrado dopo aver violato le norme di auto-isolamento emanate per contenere la diffusione del virus.

Denunciati Jovic e Ninkovic per aver violato la quarantena

"Abbiamo visto alcuni nostri calciatori che militano all'estero e che sono rientrati senza rispettare le regole di auto-isolamento, sono esempi di cui le nostre autorità dovranno occuparsi".

Sono queste le parole del primo ministro della Serbia Ana Brnabic a cui hanno fatto seguito quelle del ministro dello Sport Nebojsa Stefanovic. Quest'ultimo ha confermato che sono partite delle denunce per alcuni sportivi che saranno chiamati a risponderne davanti ai giudici.

Come è noto infatti sia in Spagna che in Italia vige la disposizione governativa dell'auto-isolamento. Le principali critiche sono state soprattutto rivolte alla punta del Real Madrid Luka Jovic che sarebbe tornato in Serbia per festeggiare il compleanno della sua fidanzata Sofija Milosevic.

Quest'ultima è conosciuta dagli italiani per essere stata fidanzata dell'ex giocatore di Roma, Fiorentina e Torino Adem Ljajic. Non è il primo caso di evasione dall'auto isolamento nel mondo del calcio. Di recente anche i giocatori del Chelsea Mason Mount e Diclan Rice del West Ham non hanno infatti rispettato l'ordinanza.

La possibile ripresa di Champions ed Europa League

Intanto non si hanno ancora novità su quando potranno riprendere i campionati nazionali e le coppe europee.

La Uefa si è riunita martedì 17 marzo con le 55 federazioni consociate ed ha definito le ipotesi possibili di ripartenza delle coppe. Quella più ottimistica prevede un ristart per il 14 aprile ma è ancora presto per avere delle date certe.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!