L'autobiografia pubblicata da Giorgio Chiellini, negli ultimi giorni, ha destato molto clamore a livello mediatico. Il bianconero ha voluto raccontare la sua verità, descrivendo ad esempio il Balotelli giovane e definendo Felipe Melo "una mela marcia". Lo stesso Chiellini, però, ha voluto parlare anche di un suo ex compagno della Juventus: Arturo Vidal. Il capitano della squadra bianconera ha raccontato una "debolezza" del centrocampista cileno, ovvero l'alcol. Ha dichiarato: "Uno come Vidal ogni tanto usciva e beveva più del dovuto, lo sanno tutti, l'alcol era il suo punto debole".

Chiellini e il parallelo fra Vidal e Montero

Come sottolineato da Chiellini ogni uomo ha le sue debolezze e proprio il cileno un paio di volte l'anno non si presentava in allenamento. Allo stesso tempo, quando presenziava, dimostrava sempre tanto impegno e dedizione, come se effettivamente l'alcol non intaccasse le sue prestazioni fisiche e psicologiche da calciatore. Chiellini ha poi messo in parallelo Vidal con Montero, anche lui amante della movida notturna. Il capitano della Juventus ha sottolineato che nell'ultimo anno di Montero in bianconero (quando il rendimento dell'uruguaiano era calato) era stato proprio Luciano Moggi (ex dirigente della Juventus) a invitarlo a passare le serate fuori, come da sprone a migliorare le sue prestazioni.

Chiellini e il retroscena su Vidal

Giorgio Chiellini nella sua autobiografia si è soffermato su un episodio con protagonista Vidal, accaduto durante una tournée americana della Juventus con tappa a Miami. La sera prima dell'ultimo allenamento, che anticipava la ripartenza, venne concessa da Conte una libera uscita ai giocatori.

Il giorno dopo Vidal non si riuscì ad alzare dal letto, dovettero tirarlo giù con la forza. Quel giorno fu dedicato alla foto di gruppo con il nuovo materiale d'allenamento, tutti vestiti di nero e con 40 gradi. Chiellini ha raccontato che Conte non vedeva l'ora che Vidal cedesse (considerando che era ancora brillo dopo la serata precedente), così da dargli una punizione esemplare.

Invece, come raccontato da Chiellini, il cileno "finì l’allenamento che correva come un matto e staccava tutti di venti metri a ogni allungo". Infine il capitano bianconero ha aggiunto: "Cosa vuoi dire a una persona così, che tra l’altro porta gioia nel gruppo oltre a essere un trascinatore".

Chiellini su Balotelli e Felipe Melo

Chiellini ha utilizzato parole dure nei confronti di Balotelli e Felipe Melo. La punta del Brescia è stata definita "una persona negativa", soprattutto ai tempi della Nazionale, in quanto non era un buon esempio per tutto il gruppo. Sull'argomento i due si sono successivamente chiariti a Le Iene. Diversa invece la diatriba creatasi con Felipe Melo, che Chiellini ha definito "una mela marcia".

Il brasiliano ha replicato al capitano della Juventus definendolo come una persona senza coraggio, non in grado di dire le cose in faccia.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!