Uno degli ex calciatori più attivi sui social in questi giorni è sicuramente Fabio Cannavaro. Il capitano del mondiale vinto dall'Italia nel 2006, insieme agli azzurri che parteciparono alla spedizione mondiale, ha avviato un'iniziativa di beneficenza che è servita ad acquistare ben quattro autoambulanze super attrezzate dedicate all'emergenza sanitaria. Cannavaro è stato protagonista di diverse dirette sui social, non solo per sensibilizzare l'iniziativa, ma anche per intrattenere e raccontare qualche aneddoto calcistico.

Una delle ultime dirette organizzate è stata quella con Luis Figo, ex centrocampista fra le altre di Barcellona, Real Madrid ed Inter.

Proprio il fantasista portoghese classe 1972 ha rivelato un retroscena molto interessante su i suoi trascorsi all'Inter. Come è noto infatti, dopo l'esperienza al Real Madrid, nel 2005 si trasferì all'Inter dove giocò fino al 2009. In quegli anni il tecnico nerazzurro era Roberto Mancini, con il quale ebbe un rapporto complicato.

'Roberto Mancini è stato una delle persone che più mi ha umiliato in carriera'

Non ha usato giri di parole Luis Figo nel parlare del suo ex tecnico all'Inter Roberto Mancini. Ha infatti dichiarato: "Mancini è stato una delle persone che più mi ha umiliato in carriera". Il portoghese in particolare ha spiegato a Cannavaro che capitava spesso che Mancini lo facesse scaldare per molto tempo per poi schierarlo solo alla fine.

Un atteggiamento che Figo ha ritenuto umiliante.

Il portoghese ha infatti dichiarato: "Non è che mi devi far giocare per forza, ma farmi scaldare 85 minuti per farmi giocare 3 e vedere se esplodo non è normale". Ha poi aggiunto che tale atteggiamento era una mancanza di rispetto ed educazione, a maggior ragione per un giocatore come Figo che si avviava alla fine della carriera (aveva 33-34 anni).

Ha poi affermato di ritenere giusto che un allenatore si debba comportare in maniera equa con tutti i giocatori, ecco perché considera importante confrontarsi costantemente fra allenatore e calciatore.

Lo stesso Figo ha poi svelato un retroscena di Calciomercato molto importante, raccontando che nell'estate del 2000 sarebbe potuto andare alla Lazio.

Ha infatti dichiarato: "La Lazio era una squadra forte e aveva i soldi per comprarmi: volevano pagare la mia clausola". Figo ha però poi aggiunto di aver fatto bene ad accettare l'offerta del Real Madrid.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!