La Juventus la scorsa estate ha investito soprattutto in difesa, ringiovanendo il settore difensivo con gli acquisti di De Ligt e Demiral. Gran parte dei media sportivi però hanno sottovalutato l'arrivo a parametro del centrocampista gallese Aaron Ramsey. Dopo tanti anni all'Arsenal, il mediano della nazionale gallese ha deciso infatti di fare una nuova esperienza professionale. Dopo un percorso di adattamento al calcio italiano, pian piano il gallese è riuscito a conquistarsi la fiducia di Maurizio Sarri. Prima della sospensione forzata del campionato, infatti, Ramsey era stato spesso schierato come mezzala destra, timbrando il cartellino anche nell'ultimo match disputato contro l'Inter all''Allianz Stadium' di Torino.

In questi giorni il gallese si è raccontato nel canale Youtube 'Foot Truck'. Un'intervista a cui ha partecipato anche il suo compagno di squadra all'Arsenal e alla Juventus Szczesny. Tanti gli argomenti affrontati dai giocatori bianconeri, fra questi anche tanta ironia, con il portiere polacco che ha utilizzato un po' di sfottò per rendere il clima dell'intervista più leggero. Successivamente, però, Ramsey ha spiegato i motivi per cui ha deciso di fare una nuova esperienza professionale e perché ha scelto la Juventus.

'La Juventus è uno dei top club al mondo, quando ti chiama è difficile rifiutare'

Aaron Ramsey, in un'intervista a 'Foot Truck', ha dichiarato: "La Juventus è uno dei top club al mondo, quando ti chiama è difficile rifiutare".

Elogi importanti quelli del gallese nei confronti della società bianconera. Il gallese ha poi rimarcato che il suo obiettivo professionale era quello di uscire da una comfort zone, dopo anni da leader dell'Arsenal e da protagonista nella società inglese e nella Premier League. Ramsey ha poi aggiunto che il suo obiettivo è evidente, vincere tantissimi trofei, dichiarando: "Siamo forti, voglio vincere".

A sostegno delle parole di Ramsey è intervenuto Szczesny, sottolineando come scegliere la Juventus significa puntare alle vittorie. Il portiere polacco ha raccontato un aneddoto in merito al suo passato da estremo difensore della Roma. Ha dichiarato: "Sono venuto a Torino due volte in trasferta perdendo entrambe le gare per 1-0.

Ho visto tutti i trofei disegnati sulla strada per gli spogliatoi... ho pensato 'voglio giocare qui".

Ramsey ed il suo idolo calcistico da bambino

Il centrocampista Ramsey si è poi soffermato sul suoi idolo calcistico da piccolo. Senza batter ciglio il gallese ha dichiarato: "Graham Kavanagh, era irlandese ed era il capitano del Cardiff". L'ex Arsenal ha poi parlato della differenza fra Premier League e Serie A, sottolineando come in Inghilterra ci simo più 'box to box' mentre in Italia è presente più tatticismo. Ramsey ha poi svelato un retroscena riguardante i suoi inizi con lo sport. Ha raccontato che a otto anni scelse il calcio rispetto al rugby. Il suo ruolo nello sport con la palla ovale era mediano d'apertura ed indossava la maglia numero 10.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!