La marcia di avvicinamento a Cagliari-Torino sta per esaurirsi ed è il momento per Walter Zenga e Moreno Longo di scegliere le formazioni da mandare in campo sabato 27 giugno alle 19:30. Tra i due se la passa decisamente peggio il mister dei rossoblu che ogni gara perde un uomo della sua rosa. Se a Verona a fermarsi era stato Gaston Pereiro, probabilmente indisponibile anche sabato, a Ferrara è stato il turno di Pisacane. Il difensore centrale ha due costole fratturate e lo stop potrebbe essere abbastanza lungo. Splende il sole invece sul Toro che oltre ad Ansaldi, già in panchina con l’Udinese, potrebbe recuperare anche Simone Verdi, l’attaccante scalpita, l’infortunio sembra essere alle spalle e nelle prossime ore si deciderà su una sua eventuale convocazione.

Il match in Sardegna è l’ennesimo esame che le due squadre devono affrontare dopo le profonde crisi che le hanno attanagliate negli ultimi mese. I sardi a Ferrara con la Spal hanno vinto 1-0 con il gol di Simeone al novantesimo minuto mettendo fino ad una lunghissima serie di partite senza vittorie. Discorso simile per i granata finiti nei primi mesi dell’anno alle soglie della zona retrocessione ma capaci di rialzarsi con il successo con l’Udinese e il pari con il Parma, adesso per Longo c’è da superare la prima prova in trasferta dopo il lockdown.

Le probabili formazioni di Cagliari-Torino: Zenga riabbraccia Ceppitelli

La nostra analisi delle probabili formazioni di Cagliari-Torino parte dai rossoblu con Zenga che ha ancora qualche dubbio da sciogliere.

In porta Olsen dovrebbe essere preferito a Cragno mentre nella difesa a tre il tecnico sardo è costretto a qualche cambio. Al centro del terzetto torna Ceppitelli che ha scontato il turno di squalifica, ai suoi fianchi, senza Pisacane infortunato, la scelta dovrebbe ricadere su Klavan e Walukiewicz, con l’estone in leggero vantaggio sul giovane Carboni.

Già deciso chi coprirà le fasce a centrocampo con Mattiello e Pellegrini stantuffi con il compito di attaccare senza lasciare sguarnita la retroguardia. Il vero rebus è in mezzo al campo dove tutto è legato alla presenza o meno di Nainggolan. Il belga è ancora alle prese con i suoi guai fisici, sta forzando i tempi e spera di esserci, anche se al momento la sua presenza nell’undici titolare è in forte dubbio.

Se il ninja dovesse farcela andrebbe a posizionarsi dietro le punte, altrimenti Zenga sceglierà Cigarini, tornato dalla squalifica, regista con Nandez e Rog, in vantaggio su Ionita, come mezzali. Nessun dubbio in attacco dove il capocannoniere della squadra Joao Pedro ha una gran voglia di salire a quota 17 reti in campionato. Il suo compagno di reparto sarà ancora Simeone che si è sbloccato a Ferrara con il gol da tre punti allo scadere.

Il Torino va sul sicuro, Longo non cambia per la sfida al Cagliari

Molti meno dubbi nelle probabili formazioni di Cagliari-Torino per Moreno Longo che sembra aver trovato l’assetto giusto per il suo Toro. I granata non brillano per gioco, ma sembrano aver ritrovato quella grinta e quella voglia di vincere che dovrebbero metterli al sicuro in questo campionato molto travagliato.

Il tecnico continuerà a schierare i suoi con il 3-4-1-2 con Sirigu confematissimo in porta e la difesa che spera di restare ermetica come contro l’Udinese. La retroguardia sarà ancora formata da Izzo a destra, N’Koulou in mezzo e Bremer a sinistra. L’unico vero dubbio della vigilia riguarda il centrocampo con Ansaldi che è tornato pienamente a disposizione dopo la convocazione dell’ultimo turno. L’argentino potrebbe giocare a sinistra con De Silvestri a destra, se invece l’ex Genoa non dovesse ancora avere i novanta minuti nelle gambe sarebbe Berenguer a posizionarsi in fascia. Lo spagnolo dovrebbe comunque trovare un posto nella formazione titolare, se non sarà scelto per fare l’esterno si posizionerà dietro alle punte scalzando Edera.

Conferma in arrivo per la coppia mille polmoni Meitè-Rincon al centro del campo, senza Baselli infortunato sono loro i migliori a disposizione di Longo.

In attacco vicino all’inamovibile Belotti ci sarà ancora una volta Simone Zaza che sta trovando moltissimo spazio da quando è ripreso il campionato. Dall’infermeria arrivano buone notizie per il settore offensivo, Verdi sta accelerando i tempi per il rientro e non si esclude una convocazione già per Cagliari-Torino di sabato.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Torino Calcio
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!