Uno dei perni dell'Inter degli ultimi anni è stato Marcelo Brozovic. La sua parabola è stata sorprendente, visto che solo a gennaio 2018 il centrocampista croato era praticamente ai margini della rosa, fischiato dai propri tifosi e sul punto di essere ceduto al Siviglia l'ultimo giorno di quella sessione invernale di Calciomercato. Fu Luciano Spalletti a bloccare tutto e a credere in lui, schierandolo nel ruolo più congeniale alle sue caratteristiche, ovvero in cabina di regia. Anche con Antonio Conte le cose non sono cambiate, visto che l'allenatore salentino lo ha schierato praticamente sempre tra campionato e Champions League, eccezion fatta per un paio di gare tra gennaio e febbraio a causa di un infortunio alla caviglia.

Conte lo vorrebbe blindare

Le prestazioni di Marcelo Brozovic non sono passate inosservate negli ultimi mesi. Il centrocampista croato ha vissuto praticamente la sua consacrazione sotto la guida di Antonio Conte e su di lui hanno messo gli occhi i top club europei, in particolar modo il Liverpool. Prima dell'esplosione dell'emergenza relativa al Coronavirus si ipotizzava anche che i Reds potessero anche pagare la clausola rescissoria da 60 milioni di euro, esercitabile entro metà luglio e pagabile in una sola rata. La crisi economica che ha colpito anche il mondo del calcio, però, sembra aver cambiato le carte in tavola.

Gli inglesi, infatti, dovranno sedersi a trattare direttamente con l'Inter che, dal suo canto, non sembra avere intenzione di privarsi dell'ex Dinamo Zagabria.

Un diktat che arriva anche da Antonio Conte, che ha intenzione di puntare fortemente sul classe 1992 anche il prossimo anno, nonostante il possibile arrivo di Sandro Tonali che, però, gli permetterà di rifiatare visto che al momento in rosa non sembra esserci un calciatore con le sue caratteristiche.

Sarebbe pronto il rinnovo

Inter che starebbe trattando con l'agente di Marcelo Brozovic il rinnovo di contratto. Possibile un importante ritocco dell'ingaggio, alzato a oltre quattro milioni di euro a stagione più bonus. L'intenzione dell'amministratore delegato, Giuseppe Marotta, inoltre, sarebbe quella di rimuovere definitivamente la clausola da 60 milioni di euro.

Qualora l'entourage dovesse insistere per inserirla nel nuovo contratto, allora questa sarebbe alzata ad una cifra vicina ai 100 milioni di euro.

Discorso simile sarà fatto con Lautaro Martinez qualora il Barcellona non dovesse pagare la clausola rescissoria da 111 milioni di euro. Marotta punterà al rinnovo di contratto con ingaggio portato a oltre sette milioni di euro più bonus, cercando di rimuovere la clausola o alzandola a 150 milioni di euro.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!