Il pareggio dell'Inter per 0 a 0 rimediato contro la Fiorentina nella serata del 22 luglio costituisce un vero e proprio match point scudetto per la Juventus. In caso di successo contro l'Udinese nel match di stasera 23 luglio infatti la squadra di Maurizio Sarri sarà matematicamente campione d'Italia per il nono anno consecutivo. Un traguardo importante per la società bianconera, che ha evidentemente molti meriti, riconosciuti anche dal tecnico dell'Inter Antonio Conte. Nell'intervista che ha rilasciato per Inter Tv dopo la vittoria della Juve sulla Lazio, il tecnico pugliese aveva infatti dichiarato: "Giusto guardare alla Juventus, stanno dominando in Italia, questo è il nono scudetto consecutivo".

Per Conte la Juventus è la società migliore

Lo stesso Conte aveva poi rimarcato l'importanza di saper emulare i migliori aggiungendo: "La Juventus è la migliore e in maniera importante rispetto agli altri. Per crescere nei risultati devi cercare di guardare a cosa fanno i migliori". Lo stesso allenatore pugliese si era poi soffermato sulla crescita avuta nell'ultimo anno dal campionato di Serie A, sottolineando come sia migliorata la competitività.

Antonio Conte sulla crescita tecnica della Serie A

Oltre a parlare di Juventus, Antonio Conte aveva dedicato attenzione evidentemente alla crescita della Serie A. Aveva infatti dichiarato: "Che il campionato sia più competitivo è cosa certa, basta vedere i risultati delle altre squadre, il lavoro fatto per migliorare le rose e gli investimenti effettuati".

Il tecnico pugliese si era poi soffermato sull'Inter, sottolineando come sia importante che i nerazzurri partecipino ogni anno alla Champions League. Infine aveva rimarcato che l'ambizione rimane però quella di vincere quanto prima lo scudetto.

L'intervista di Conte nel post partita di Inter-Fiorentina

Il tecnico pugliese, nell'intervista post partita di Inter-Fiorentina, ha ribadito l'importanza di continuare a crescere e di acquisire ''l'istinto da killer''. Tale caratteristica appartiene infatti a chi vuole vincere e la deve acquisire inevitabilmente anche l'Inter se vorrà trionfare nei prossimi anni.

Ha poi voluto difendere Lautaro Martinez, criticando chi ha motivato le prestazioni non ideali dell'argentino perché dovute dai rumors di mercato che lo accostano al Barcellona. Secondo Conte infatti le prestazioni altalenanti di Lautaro fanno parte del percorso di crescita di un giocatore che ha appena 23 anni.

Intanto con il pareggio l'Inter si è portata di nuovo al terzo posto, scavalcata dall'Atalanta di Gasperini. Finito il campionato, la squadra di Conte riprenderà il cammino europeo in Europa League affrontando il Getafe il 5 agosto alle ore 21.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!