La sconfitta di Parma non ha lasciato strascichi al Napoli che, nella terzultima giornata di campionato, è tornato di nuovo alla vittoria per 2-0 contro il Sassuolo, una delle squadre più in forma della Serie A dal momento della sua ripartenza. Nonostante la sconfitta, gli uomini di De Zerbi possono uscire a testa alta dal San Paolo, dopo aver dimostrato ancora una volta di saper giocare un calcio spregiudicato contro qualsiasi avversario.

Il racconto della sfida tra Napoli e Sassuolo

Nonostante il caldo limiti i ritmi di gioco, la partita tra le due squadre appare subito divertente. Il Sassuolo si presenta a Napoli con alcuni cambi rispetto alla sconfitta con il Milan: fuori Bourabia (espulso contro i rossoneri), Peluso, Haraslin e Raspadori; dentro Ferrari, Magnanelli, Traorè e Djuricic.

Dall'altra parte, il Napoli ritrova entrambi i suoi terminali d'attacco: prima Milik e poi Mertens (subentrato nella seconda frazione).

I primi minuti della gara mostrano i neroverdi imbastire alcune trame offensive. Tuttavia, sono gli azzurri a trafiggere la porta di Consigli, grazie al gol di Hysaj. Per il terzino è il primo gol con la maglia del Napoli ed anche il primo in Serie A. L'ultima (ed unica) rete segnata, finora tra i professionisti in Italia, fu con la maglia dell'Empoli, in Serie B, nella sfida persa 2-1 contro il Lanciano il 18 aprile 2014. Dopo il gol del vantaggio, il Napoli sembra voler gestire le proprie energie, ma prende sopravvento il Sassuolo, più volte pericoloso con i suoi attaccanti.

Tentativi che però cadono nel vuoto e si va all'intervallo sull'1-0 per la squadra di casa.

Nel secondo tempo ci sono alcuni cambi in difesa per i due allenatori: fuori gli acciaccati Manolas e Muldur e dentro rispettivamente Maksimovic e Toljan. L'equilibrio rimane il mantra del match e la stanchezza inizia a farla da padrona.

Gli uomini di Gattuso riescono a controllare il match, fino al gol del raddoppio di Allan al 93' che chiude la partita e, soprattutto, spezza le ultime speranze della squadra emiliana di continuare la propria corsa verso l'Europa League.

Il Napoli si avvicina ora in classifica al Milan (che lo precede di un solo punto) e alla Roma (avanti di due punti, ma con una partita in più da disputare).

Nel prossimo impegno di campionato gli azzurri di Gattuso saranno ospiti dell'Inter a San Siro il 28 luglio.

Il Var annulla quattro gol agli emiliani

Se il tabellino finale della gara mostra una vittoria del Napoli senza subire reti, è in parte grazie anche al var, capace di coprire le lacune dei guardalinee sulla segnalazione dei fuorigioco sulle azioni dei neroverdi. Sono stati ben quattro i gol annullati dalla tecnologia alla squadra emiliana, precisamente a Berardi, Caputo e due volte Djuricic.

La linea difensiva del Napoli ha dimostrato una cerca solidità, tuttavia, sarà necessario perfezionare ancora i movimenti in vista della partita col Barcellona.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina SSC Napoli
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!