Con la conquista del 36° scudetto della storia della Juventus (il nono consecutivo) si è riaperta di nuovo la polemica in merito al numero effettivo degli scudetti vinti dai bianconeri. Infatti la sentenza Calciopoli da anni ha revocato due titoli alla società bianconera, assegnando uno di questi (quello della stagione 2005-2006) all'Inter.

A scatenare nelle scorse ore le reazioni degli addetti ai lavori è stata l'esposizione all'Allianz Stadium dello scudetto con scritto il numero 38. Segno evidente che la Juventus e il presidente Andrea Agnelli si sentano 'addosso' anche quei titoli revocati dalla Giustizia Sportiva.

Sull'argomento è tornato Marco Tardelli a 90°minuto, sottolineando come il presidente della Juventus sia libero di esporre ciò che vuole all'Allianz Stadium, che rappresenta la 'casa' della società bianconera.

Non dello stesso parere, rispetto al candidato alla presidenza dell'Associazione Italiana Calciatori, è il giornalista sportivo Maurizio Pistocchi, che su Twitter è stato polemico nei confronti del campione del mondo a Spagna 1982.

Il giornalista sportivo Pistocchi polemico nei confronti di Tardelli

L'ex giornalista di Mediaset si è sempre battuto sulla sentenza Calciopoli, trovandosi sempre d'accordo sulla decisione della Giustizia sportiva di assegnare lo scudetto all'Inter nel 2005-2006.

Di recente Maurizio Pistocchi su Twitter, in riferimento alle parole di Tardelli sull'esposizione dei 38 scudetti da parte della Juventus, ha dichiarato: "Complimenti a Marco Tardelli, candidato Presidente dell’Associazione Italiana Calciatori, la sua prima dichiarazione da aspirante rappresentante delle Istituzioni spiega perché in questo Paese il Calcio è ridotto così".

Le reazioni dei follower al tweet di Pistocchi

Non è mancata la risposta di alcuni follower al post pubblicato su Twitter da Maurizio Pistocchi.

Un utente ha scritto: "Maurizio, non è l'AIC che deve occuparsi della faccenda. L'unica che può mettere fine a tutto, è la FIGC. Ma non lo fa. Perché? Perché non ha la coscienza pulita in merito. Preferisce tollerare la doppia contabilità (36-38) piuttosto che dire la verità sul 2006". A questo post Pistocchi ha risposto condividendo uno stralcio di un articolo della Gazzetta dello Sport a cui il giornalista ha aggiunto: "La verità sul 2006 è scritta in 37 sentenze, certificata dall’avv. Zaccone e da Giampiero Boniperti".

Un altro follower di Pistocchi si è schierato a favore del giornalista sportiva scrivendo: "Hanno fatto talmente tanti ricorsi, tutti rigettati, che dovrebbero semplicemente ringraziare la giustizia sportiva per non averli radiati definitivamente, #piazzapulita".

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!