Una notizia che ha scosso, indubbiamente tutto il mondo del calcio. Leo Messi ha deciso di interrompere il suo rapporto decennale con il club del Barcelona. Questo annuncio, arrivato nella serata di ieri, ha scatenato il web e ha innescato un'asta plurimilionaria che vedrà City, United, Psg, Inter e anche Juventus, dimenarsi nella lotta all'acquisto dell'attaccante argentino. Stando a quanto riportato dal Corriere della Sera, la dirigenza della Juventus, con la forte partecipazione dello sponsor Adidas, avrebbe drizzato le antenne all'idea di portare il campione a Torino.

I motivi della separazione tra Messi e i blaugrana

Il campione 33enne lascia il suo Barcellona dopo decenni da assoluto protagonista in cui si è consacrato come uno dei calciatori più forti del mondo e della storia del calcio. Abbandona il suo club, che sin da bambino lo ha visto crescere e lo ha aiutato a curare dalla malattia di cui soffriva in tenera età. Dice addio alla sua seconda città, dove ha vinto tutto quello che c'era da vincere e dove ha conquistato ben sei Palloni d'oro.

Sui quotidiani spagnoli emerge delusione e incredulità, il Mundo Deportivo intona "Vuole andarsene!", mentre il quotidiano Sport intitola: "Guerra totale! L'argentino vuole lasciare il club liberandosi del suo contratto".

Dalla Spagna si cercano di delineare i motivi che hanno spinto la Pulce ad annunciare il suo addio, in primo piano vi sono i pessimi rapporti con l'attuale dirigenza e il presidente Bartomeu. E tra le altre ragioni spunta la scelta dell'allenatore Quique Setién, post Valverde, oltre al totale disaccordo con la gestione sportiva e finanziaria e la pianificazione dell'ultimo mercato, compreso il mancato ritorno di Neymar e la ingente spesa folle per il francese Griezmann.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata l'umiliazione nei quarti di Champions League contro il Bayern Monaco e l'atteggiamento del nuovo tecnico Ronald Koeman, il quale avrebbe messo alla porta parte della rosa, tra cui Luis Suarez, con una semplice telefonata. Inoltre, Lionel Messi non sembrerebbe intravedere un fututo roseo per il club blaugrana, pertanto si è convinto, a malincuore, di annunciare l'addio alla Catalogna.

Il possibile futuro per Lionel Messi

La richiesta di lasciare il club blaugrana avvalendosi della clausola che lo libererebbe a zero ha scosso il mondo, scatenando l'ira del popolo e innalzando i sogni delle big europee. Tra i big club spunta la Juventus di Andrea Agnelli, il quale sognerebbe una super coppia con Cristiano Ronaldo da 11 palloni d'oro. Le probabilità di veder Messi in maglia bianconera sono molto basse, ma il possibile via libera dello sponsor Adidas potrebbe smussare le diffocoltà dell'operazione. La Pulce e la Vecchia Signora condividono il marchio e l'’investimento, in questo momento, appare fuori dalla portata della squadra torinese, ma l’eventuale cartellino a costo zero e il precedente di Cristiano Ronaldo inducono a non escludere, definitivamente, la Juventus dalla corsa.

La squadra favorita all'acquisto del cartellino del campione argentino sembrerebbe il Manchester City di Pep Guardiola, ma alla finestra si prospetta una lotta anche con il Manchester United, il PSG e l'Inter.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!