La scelta effettuata da Andrea Agnelli di nominare Andrea Pirlo come successore di Maurizio Sarri come tecnico della Juventus ha provocato reazioni contrastanti fra gli addetti ai lavori. Uno dei più critici nei confronti del presidente della Juventus è stato il giornalista sportivo Maurizio Pistocchi, che ha utilizzato il suo account Twitter per lanciare delle dichiarazioni pesanti. La critica mossa dal giornalista nei confronti di Agnelli riguarda in particolar modo la volontà di assumere un tecnico senza esperienza, che per di più non ha ancora il patentino da allenatore.

Maurizio Pistocchi considera la nomina di Pirlo un'offesa al lavoro e al merito

Maurizio Pistocchi, utilizzando il suo account Twitter, non ha lesinato critiche nei confronti del presidente della Juventus Andrea Agnelli. Ha infatti dichiarato: "La scelta di Andrea Agnelli è un scommessa al buio sulla pelle dei tifosi e una offesa al lavoro e al merito". Lo stesso giornalista ha poi stuzzicato il massimo dirigente bianconero alludendo al fatto che la moglie di Pirlo (Valentina Baldini) è una grande amica della compagna di Andrea Agnelli Deniz Akalin. Una possibile amicizia che, in base all'allusione di Pistocchi, potrebbe essere stata decisiva per la nomina come allenatore dell'ex centrocampista bianconero.

Il giornalista trova incomprensibile la scelta di affidarsi a un allenatore senza patentino

Il giornalista Maurizio Pistocchi ha gettato ulteriore benzina sul fuoco sottolineando come sia difficile fare valutazioni su un allenatore che non ha mai avuto esperienze da tecnico, nelle serie minori e nei campionati professionistici.

L'ultima provocazione di Pistocchi è stata: "Avrei capito la scelta Ballardini, De Zerbi, Spalletti e persino Simone Inzaghi, ma la scelta di un allenatore senza patentino come Pirlo mi sembra incomprensibile".

L'esonero di Maurizio Sarri

L'esonero di Maurizio Sarri avvenuto l'8 agosto da parte della Juventus non ha sorpreso gran parte degli addetti ai lavori.

Il tonfo europeo contro il Lione ha lasciato degli strascichi evidenti nella società bianconera che ha deciso di optare per un cambio di guida tecnica nonostante il tecnico toscano avesse un contratto fino a giugno 2022. Sorprendente invece la scelta del successore di Maurizio Sarri, ovvero Andrea Pirlo. Inizialmente nominato tecnico dell'under 23, la decisione presa dalla dirigenza bianconera e guidata dal presidente Agnelli ha portato a una clamorosa 'promozione' dell'ex centrocampista bianconero. A giustificare la scelta del massimo dirigente bianconero di affidarsi ad Andrea Pirlo è stato il presidente dell'Associazione Italiana Allenatori Renzo Ulivieri, che ha definito l'ex centrocampista un predestinato come allenatore.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!