Il Calciomercato dell’Atalanta ruota tutto intorno agli esterni. La cessione di Castagne, per cui c’è stata una grossa accelerata in queste ore, apre un domino che potrebbe far arrivare a Bergamo Faraoni del Verona. Gasperini ha bisogno di almeno quattro pedine sulle fasce e con Gosens incedibile, a meno di clamorose offerte, potrebbe essere una rivoluzione. A destra per esempio c’è da risolvere il nodo Hateboer. Il giocatore aveva dichiarato chiuso il suo ciclo nella Dea, ma per ora non ci sono offerte all’orizzonte ed è stato convocato per il ritiro. Per il momento quindi resta, ma il futuro è tutto da scrivere.

Calciomercato Atalanta: il Leicester acquista Castagne

Sulla fascia destra dell’Atalanta non correrà più Timothy Castagne, utilizzato anche a sinistra come vice Gosens. Il belga sarà il prossimo colpo di calciomercato del Leicester che pagherà alla Dea ben 25 milioni il cartellino. Una plusvalenza degna di nota visto che il laterale è stato pagato tre anni fa 6 milioni al Genk. Un affare per tutti perché Castagne passerà dall’attuale ingaggio da 500 mila euro a quello da 1,5 milioni che gli garantirà il prossimo club in Premier League.

Per la squadra che qualche anno fa vinse il titolo con Ranieri in panchina, non è stato difficile arrivare ad una offerta così alta. La recentissima cessione di Chilwell al Chelsea ha fruttato 50 milioni che sono stati investiti in parte su Castagne, dopo che sempre le Foxes avevano provato a fare un sondaggio per Gosens, finito con un buco nell’acqua.

Faraoni in pole position

Adesso gli uomini del calciomercato dell’Atalanta dovranno cercare la pedina giusta per coprire il “buco” lasciato da Castagne. Si cerca un laterale di destra che sappia coprire tutta la fascia, e che magari abbia già giocato in questa posizione a "tutto campo". Per questo Sartori ha voltato lo sguardo verso Verona, dove Juric ha un tipo di schema di gioco simile a quello di Gasperini, e dove gioca Faraoni che l’anno scorso ha segnato cinque gol in ventisei presenze.

L'Hellas potrebbe cederlo per 5 milioni di euro. Forte fisicamente, gran corsa e buona tecnica, sembra il profilo giusto per essere il vice Hateboer, anche se viste le prestazioni della stagione appena andata in archivio, avrà la possibilità anche di giocarsi la maglia da titolare.

A sinistra, invece, potrebbe essere già tutto fatto.

Gosens è il titolare inamovibile, è stata la più bella sorpresa della Dea e nessuno ha intenzione di cederlo. Come suo vice stanno salendo le quotazioni di Reca che l’anno scorso ha giocato titolare nella retrocessa Spal. Gasperini lo testerà nel breve ritiro di questi giorni e magari proverà a dargli spazio in campo prima della fine del mercato, in modo da capire se potrà essere all’altezza del compito.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!