L'ex commissario tecnico della nazionale italiana Marcello Lippi è stato recentemente protagonista di un'intervista a Tuttosport. Diversi gli argomenti affrontati dal tecnico, soffermandosi anche sui giocatori che ha allenato alla Juventus. Marcello Lippi ha dichiarato di non avere avuto mai nelle sue squadre un giocatore che che garantiva i numeri di Cristiano Ronaldo, ma ha comunque allenato calciatori fenomenali e decisivi: su tutti Del Piero, Nedved, Zidane e Vialli.

Però il segreto dei successi della sua Juventus non erano i singoli ma la squadra. Ha infatti dichiarato: "La forza delle mie squadre è sempre stata l'unità di gruppo".

Lippi ha voluto motivare questa sua considerazione sottolineando come ogni anno alla Juventus la dirigenza gli sostituiva vari giocatori. Ha infatti aggiunto sorridendo: "Alla Juventus me li cambiavano ogni anno". Il tecnico viareggino ha poi sottolineato che ogni cessione importante però prevedeva un arrivo importante.

Marcello Lippi e i cambi di tattica alla Juventus

Marcello Lippi si è soffermato anche sulla politica trasferimenti portata avanti dalla Juventus quando lui era alla guida tecnica della squadra bianconera. La dirigenza infatti era solita cambiare molto negli anni, complicando non poco il suo lavoro. Ha infatti aggiunto: "Io ho sempre pensato al gioco partendo dalle caratteristiche delle punte, spesso mi ritrovavo a studiare la tattica".

L'esempio per eccellenza è la "sua" Juventus formata in avanti da Del Piero, Ravanelli e Vialli. Quella squadra faceva del pressing offensivo la caratteristica principale. Con l'arrivo di Zidane poi gli schemi hanno lasciato spazio alla qualità dell'ex centrocampista francese "perché li inventava lui", ha aggiunto Lippi. Mentre il croato Boksic voleva il pallone subito.

Lippi ha poi aggiunto l'intervista dichiarando: "Insomma ogni anno vendevano e compravano ed io cambiavo".

Marcello Lippi su Gennaro Gattuso

Marcello Lippi ha voluto menzionare nella sua intervista anche un suo ex giocatore della nazionale, ovvero Gennaro Gattuso. Proprio sull'attuale tecnico del Napoli l'ex ct ha dichiarato: "Nella gestione dei rapporti di squadra mi identifico molto in Gattuso".

L'ex centrocampista avrebbe un modo di fare simile a Lippi, che ha aggiunto: "Gattuso non è solo rabbia agonistica, è uno che sa organizzare e gestire le squadre".

In merito ai tanti giocatori allenati da Lippi e molti dei quali diventati tecnici, ha dichiarato: "Mi fa piacere sentirli, mi inorgoglisce tantissimo sentirli dire che si sono ispirati a me". Fra essi ci sono anche Conte e Pirlo.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!