Finisce in parità 0-0 la partita di Serie A tra il Benevento e la Roma giocatasi nella serata di domenica 21 febbraio. La squadra giallorossa si è presentata nella trasferta campana con una difesa rimaneggiata, nella quale ha fatto l'esordio stagionale in massima serie Federico Fazio, finora ai margini della rosa.

La mancata vittoria impedisce alla squadra di Fonseca di portarsi a -3 punti dal Milan, alla vigilia dello scontro diretto contro i rossoneri: la distanza in classifica fra capitolini e meneghini è invece attualmente di 5 punti.

La partita

La Roma ha ottenuto il 70% del possesso palla, ma ha effettuato solo quattro tiri in porta: un dato che è in netta controtendenza rispetto ai numeri abituali di una squadra che ha una facilità di calciare verso la porta avversaria.

Situazione che non è cambiata neppure quando i giallorossi si sono ritrovati in superiorità numerica, dopo l'espulsione di Glik.

A centrocampo Veretout è apparso in una serata non particolarmente brillante e la scarsa condizione del giocatore si è ripercossa sul gioco della squadra, che ha faticato a far girare la palla in modo lineare. Fonseca a un certo punto sostituisce il centrocampista francese con Dzeko: da quel punto in poi le azioni più pericolose passano dai piedi di Pellegrini e Mkhitaryan, che sfiorano il goal in due occasioni.

Nei minuti finali la Roma aumenta la pressione e si rende pericolosa, dapprima con un colpo di testa di Dzeko, parato sulla linea, poi con un presunto fallo in area su El Sharaawy (che aveva sostituito Mkhitaryan) su cui l'arbitro prima assegna il rigore per i capitolini e poi ci ripensa dopo l'intervento del Var.

I migliori e i peggiori in campo

I migliori:

Pellegrini 8: nel buio generale di una prestazione sottotono dei capitolini, quando si accende illumina la partita: sfiora anche il gol, sfornando giocate superlative per i compagni. Inoltre è l'unico a impegnare il portiere del Benevento con tiri dalla distanza.

Montipò 7: il portiere del Benevento ha un'ottima prestazione, soprattutto nelle uscite, dove sovente anticipa i giocatori della Roma.

Barba 7: in area difende sempre bene, si fa trovare pronto su tutte le giocate alte e impedisce agli attaccanti della Roma di essere veramente pericolosi.

Spinazzola 7,5: ormai è un giocatore inamovibile nello scacchiere di Fonseca e anche da centrale fa il suo. Nel corso della partita quando prova a spingere crea le condizioni di superiorità numerica da cui nascono le occasioni più ghiotte.

Mkhitaryan 7: corre, sgomita e contribuisce all'espulsione di Glik, si fa trovare in area su assist di Pellegrini, lotta per 80 minuti ed esce solo quando effettivamente non ne ha più.

Caprari 7: si rende utile in diverse occasioni anche come difensore aggiunto. Rincorre gli avversari, sgomita e raddoppia sugli avversari, sempre con grande grinta.

I peggiori:

Glik 2: Voto 2 come la somma di ammonizioni che lo portano all'espulsione dopo una prestazione di basso livello e forse eccessivamente aggressiva.

Fazio 5,5: alcuni errori iniziali sono di certo figli di una condizione non eccellente e di un'assenza dai campi da gioco che si è fatta sentire. Nel corso della partita sembra migliorare, ma l'ammonizione per un fallo inutile non gli fa raggiungere la sufficienza che altrimenti avrebbe potuto meritare.

Bruno Peres 5: Prima gioca a destra e poi a sinistra, ma non crossa quasi mai e quando lo fa non ottiene i risultati sperati.

Segui la nostra pagina Facebook!