L'ex procuratore della Federazione Italiana Giuoco Calcio Giuseppe Pecoraro è stato protagonista di un'intervista al Corriere dello Sport, in cui ha affrontato diverse tematiche delicate. Quest'ultimo ha spiegato i motivi che lo hanno portato a lasciare la Federazione. Sono tre infatti le problematiche che, a detta di Pecoraro, non sono state oggetto di studio della Figc: il problema dei bilancio dei club, le scommesse e le plusvalenze. Successivamente l'ex procuratore ha mosso un ulteriore critica in merito alla questione esame di italiano per l'ottenimento del passaporto da parte di Luis Suarez. A tal riguardo ha dichiarato: "Mi sarei aspettato di ascoltare una presa di posizione sula questione passaporto Suarez".

Lo stesso Pecoraro ha dichiarato che nonostante ci fosse la necessità di strumenti più efficaci per agire su determinate problematiche, si è scelto di dimezzare l'organico della procura federale. Proprio per questo "ho deciso di lasciare la Figc", ha chiuso Pecoraro.

La questione plusvalenze

Giuseppe Pecoraro si è soffermato anche sulla questione plusvalenze, diventata oramai una strategia finanziaria utile alle società di calcio per sistemare il bilancio d'esercizio. A tal riguardo l'ex procuratore Figc ha dichiarato: "Un tribunale stabilì che la compravendita dei giocatori risponde a logiche di mercato che non è possibile contestare".

Altro argomento trattato da Pecoraro il 'famoso' audio dell'arbitro Orsato in occasione di Inter-Juventus nel 2018. Pecoraro infatti chiese la possibilità di ascoltare l'audio fra l'arbitro e la Var in occasione del fallo di Pjanic su un giocatore dell'Inter, fallo sanzionato 'solamente' con un'ammonizione.

Tanti addetti ai lavori infatti parlarono di possibile espulsione per il centrocampista bosniaco. Sull'argomento audio Orsato-Var, Pecoraro ha dichiarato: "Mi dissero che l'audio non esisteva. Mi domando perché invece esistessero sonoro e video di tutte le altre situazioni".

L'ex procuratore Figc su Juventus-Napoli

L'ex procuratore Figc Giuseppe Pecoraro si è soffermato anche su Juventus-Napoli e sulla decisione del Collegio di Garanzia del Coni di farla rigiocare.

Come è noto infatti il Giudice Sportivo decise di assegnare la vittoria a tavolino alla Juventus ed un punto di penalizzazione contro il Napoli per non essersi presentato al match dell'Allianz Stadium a ottobre 2020 su invito dell'Asl territoriale. Sull'argomento Pecoraro ha dichiarato che non poteva che risolversi con una decisione del genere la questione.

L'ex procuratore ha poi tessuto le lodi del presidente del Collegio di Garanzia del Coni Franco Frattini, definito un giurista eccelso.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!