Gli allenatori Ranieri e Prandelli studiano le probabili formazioni di Sampdoria-Fiorentina e devono ancora sciogliere qualche dubbio verso la partita del 14 febbraio.

In casa blucerchiata Torregrossa e Tonelli sono out (uno per un affaticamento e muscolare e l’altro per squalifica) e si ragiona soprattutto sul modulo. Mentre Prandelli non cambierà lo schema tattico della sua squadra e può sorridere per i rientri di Ribery, Castorvilli e Milenkovic a cui ieri è stata ridotta la squalifica dopo il rosso diretto contro il Torino.

Ranieri e i dubbi di formazione della Sampdoria

A Bogliasco la Sampdoria si allena da giorni pensando al match con i viola che deve essere quello della riscossa dopo il pari di Benevento e la sconfitta con la Juventus. Ranieri mischia le carte facendo ruotare i tanti moduli che ha utilizzato nelle ultime giornate con il rombo di centrocampo e la difesa a tre alternative al classico 4-4-2 che può essere declinato in 4-4-1-1. Il sistema di gioco con il centrocampo in linea dovrebbe essere quello scelto per il match del Ferraris di domenica, con alcuni dubbi ancora da sciogliere.

In porta Audero è sicuro del posto, così come lo sono Bereszynski, Yoshida e Augello in difesa. Al centro della retroguardia ballottaggio tra Colley e Ferrari con il primo favorito.

In mezzo al campo il gioco ruoterà tutto ancora una volta attorno al ritrovato Andrè Silva, che dovrà stare attento perché diffidato. Al suo fianco Thorsby dovrebbe avere la meglio sul compagno di squadra Ekdal. Sulle fasce Damsgaard potrebbe partire ancora dalla panchina e poi avere la sua occasione se Jankto e Candreva non dessero il giusto contributo.

Giochi già fatti in attacco con Quagliarella, già a segno 12 volte in carriera con la Fiorentina, e Keita titolari.

La Fiorentina ritrova tre titolari

In casa Fiorentina, Prandelli ha la rosa quasi al completo e deve ancora scegliere il regista per il suo 3-5-2. Borja Valero è in vantaggio su Pulgar per sostituire Amrabat, squalificato, per chiudere il pacchetto centrale in mediana con il rientrante Castrovilli e Bonaventura.

La coppia d’attacco sarà formata da Ribery e Vlahovic, con il centravanti che a Marassi in passato è già stato decisivo.

Per il resto la formazione della Fiorentina contro la Sampdoria sarà completata da Dragowski in porta protetto dalla difesa a tre Milenkovic, Igor e Pezzella. Gli esterni di centrocampo saranno Biraghi e Venuti. Con questi undici Prandelli proverà a portare a casa i tre punti che allontanerebbero ancora la zona retrocessione. L’ex CT arriva dalla sconfitta con l’Inter e dal pari con il Torino e ha una gran voglia di tornare a vincere, proprio come il collega-avversario Claudio Ranieri.

Di seguito le possibili scelte dei due tecnici:

Sampdoria (4-4-2) Audero, Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Thorsby, Silva, Jankto; Keita, Quagliarella

Fiorentina (3-5-2) Dragowski, Milenkovic, Pezzella, Igor; Venuti, Bonaventura, Borja Valero, Castrovilli, Biraghi; Ribery, Vlahovic.