Alvaro Morata potrebbe rimanere alla Juventus. L'attaccante spagnolo, di proprietà dell'Atletico Madrid, è stato acquistato nell'estate 2020 con la formula del prestito con diritto di riscatto fissato a 45 milioni. Attualmente i bianconeri non sarebbero intenzionati a riscattarlo, ma stanno valutando l'ipotesi di rinnovo del prestito per altri 12 mesi. Nella stagione in corso, Morata ha realizzato complessivamente 16 reti con la maglia bianconera, regalando 12 assist ai suoi compagni.

Le condizioni del rinnovo di Morata

Il rinnovo del prestito fino a giugno 2022 è fissato a 10 milioni di euro.

In tal caso, l'eventuale riscatto verrebbe fissato a 35 milioni di euro. Dopo un inizio di stagione molto positivo, il rendimento di Morata è crollato, condizionato anche da un infortunio muscolare e da un'infezione virale. Attualmente Paratici e Nedved non si sono sbilanciati sul futuro di Morata e attendono il termine della stagione. Molto dipenderà probabilmente dalla qualificazione alla prossima Champions League e dalle convenienze di bilancio di Juventus e Atletico Madrid.

In Spagna, Morata sarebbe con molta probabilità la riserva di Luis Suarez. La situazione non sarebbe delle migliori per l'attaccante, visto che non ci sarebbe un buon rapporto tra Morata e Simeone. Di fatto, Morata preferirebbe rimanere a Torino, visto che conosce molto bene il calcio italiano e la Juventus, avendo già militato nelle fila dei bianconeri nelle stagioni 2014/2015 e 2015/2016.

Morata, il numero 9 tra presente e futuro della Juventus

La Juventus si aspettava qualcosa di più da Morata, soprattutto in Europa. Dopo un avvio strepitoso in Champions League, l'attaccante non è riuscito a ripetersi negli ottavi con il Porto. La dirigenza bianconera, lo aveva scelto proprio per la sua capacità di essere decisivo nelle fasi finali della Champions League.

Morata, fu infatti uno dei giocatori più incisivi nel glorioso cammino in Champions della Juventus di Allegri nella stagione 2014/2015, culminata nella dolorosa sconfitta di Berlino con il Barcellona. Morata realizzò ben cinque reti nella fase ad eliminazione diretta, rendendosi protagonista assoluto nella semifinale con il Real Madrid, che al tempo era proprietario del suo cartellino.

Rinunciare a Morata significherebbe ritornare sul mercato alla caccia di un numero 9, che poi dovrebbe reintegrarsi di nuovo con la squadra. Nella valutazione finale sul giocatore, Paratici e Nedved dovranno considerare anche che l'attaccante spagnolo conosce molto bene l'ambiente Juventus e il rinnovo del suo prestito avrebbe un costo decisamente più accessibile per le casse della società.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!