Una delle note liete della stagione deludente della Juventus è sicuramente Juan Cuadrado. Il terzino anche in questa stagione sta dimostrando tutta la sua importanza per la squadra bianconera, sia dal punto difensivo che offensivo. Di recente è stato ospite di un incontro online organizzato dal Liceo Scientifico Sant'Anna denominato 'La sfida del Covid nel mondo dello sport'. Il colombiano ha parlato della sua esperienza da positivo al coronavirus, sottolineando come da asintomatico non ha avuto particolari problemi di salute. Cuadrado ha dichiarato che ha trascorso la quarantena dedicando del tempo alla famiglia ma si è anche allenato oltre ad aver pregato molto.

A tal riguardo il terzino ha parlato di fede sottolineando: "Si tratta di avere una relazione col proprio Padre. Bisogna ricercare la verità, lui è la tua guida".

Si è poi soffermato anche sulla stagione fin qui deludente della Juventus, deresponsabilizzando il tecnico Pirlo. Sull'argomento ha aggiunto: "Non è colpa sua per i risultati raggiunti, siamo noi giocatori che andiamo in campo". Cuadrado ha poi voluto motivare la squadra dichiarando: "Dobbiamo provare a fare più punti possibile da qui a fine stagione".

Le ambizioni della Juventus

In un incontro online organizzato dal Liceo Scientifico Sant'Anna, Juan Cuadrado si è soffermato anche sulle ambizioni della Juventus dopo i recenti risultati in campionato.

L'obiettivo della squadra è quello di cercare di vincere più partite possibili in questo finale di stagione. Ha poi aggiunto: "Dobbiamo cercare di stare nei primi posti per raggiungere la Champions. La finale di Coppa Italia è importante visto che siamo usciti dalla Champions". Il colombiano poi ha voluto parlare anche dell'ennesima delusione europea, con l'uscita negli ottavi di Champions League contro il Porto.

Ha infatti dichiarato: "Bisogna lavorare finché non ce la fai. Continueremo a farlo e sperare che tocchi a noi a vincere la massima competizione europea".

'Felice di avere in squadra Cristiano Ronaldo'

Juan Cuadrado si è poi detto orgoglioso di rappresentare la nazionale della Colombia sottolineando come risponda molto volentieri alle chiamate del commissario tecnico.

Elogi anche a Cristiano Ronaldo, definito da Cuadrado uno dei migliori giocatori al mondo. Ha infatti rimarcato la felicità di averlo nella Juventus. Altro argomento affrontato è la lingua italiana, che Cuadrado dovette imparare appena arrivato in Italia nel 2009. Ha sottolineato di aver fatto delle lezioni inizialmente ma poi l'ha imparato meglio vivendo le persone e confrontandosi con loro. Proprio dal suo arrivo in Italia Cuadrado ha avuto la compagnia di sua mamma e sua sorella che sono tuttora con lui a Torino.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!