Continuano le incertezze societarie alla Salernitana. La squadra campana è salita in Serie A dopo una lunga militanza in Serie B e Serie C, ma la sua promozione è stata tutt'altro che serena. Il terzo anno in Serie A della storia della Salernitana è molto tribolato e non solo per la questione- campionato (dove la squadra è ultima), ma anche per situazioni extra calcistiche. Il club campano, infatti, aveva a capo il presidente della Lazio Claudio Lotito che è stato obbligato a lasciare il club per evitare il conflitto di interessi generato dall'avere due società nella stessa categoria di calcio.

A questo punto, la cessione del club campano, è stata affidata a due trustee che stanno cercando il miglior acquirente. Il punto è proprio questo: grandi offerte non ne sono arrivate finora. O meglio, sono arrivate ma ritenute insoddisfacenti.

Ricordiamo che i trustee devono giudicare l'offerta e le capacità economiche dell'acquirente o della cordata che si fa avanti, ma se dovessero essere valutate congre più offerte allora si procederebbe con un'asta con base di partenza dall'offerta più alta e rialzo dell'1%.

La Figc è preoccupata: la Salernitana rischia di perdere la Serie A

Nelle idee iniziali, la scadenza per ricevere nuove offerte era fissata al 15 novembre e poi, dopo la valutazione, al 31 dicembre era collocata l'ultima data disponibile per accettare le offerte.

Ma i trustee, vista la mancanza di offerte valide alla data del 15 novembre, si sono dati altri giorni nella speranza che la situazione possa sbloccarsi. La nuova scadenza per ricevere le offerte è stata fissata al 5 dicembre, vale a dire domenica prossima e ad oggi non ci sarebbero grandi novità in merito.

Questo ha preoccupato non poco non soltanto l'ambiente granata ma anche la Figc che in questi giorni, come riporta il Corriere dello Sport, ha convocato un incontro con i due trustee a Roma per avere chiarimenti sulla situazione.

Se la Salernitana non sarà ceduta entro il 31 dicembre, ne conseguirà l'esclusione dalla Serie A.

La Salernitana ultima in classifica

Al momento intanto in Serie A la Salernitana è ultima in classifica con soli 8 punti. La situazione non è delle migliori, dunque, nemmeno sul rettangolo verde e non solo a livello societario. Il dato che più preoccupa é sicuramente quello della fase realizzativa: soltanto 11 gol fatti e peggiore attacco della Serie A.

Ha sicuramente deluso le aspettative il bomber arrivato in estate dal Crotone, Simy che non é riuscito a fare la differenza come la societá sperava dopo aver investito sul suo cartellino. In difesa non va meglio, con 31 gol subiti.

A voler vedere però il bicchiere mezzo pieno, la zona salvezza non è poi così lontana, essendo distante soli 3 punti dalle, dunque ancora è assolutamente tutto aperto.