Nelle scorse ore ha preso il via la Serie A, ma intanto continua a tenere banco anche il Calciomercato. Il tecnico del PSG Galtier ha ammesso come Paredes sia osservato da diversi club. Nel frattempo il tecnico della Juventus Allegri, in conferenza stampa, ha parlato degli obiettivi di questa Juventus e degli avversari per lo scudetto.

Calciomercato Juventus, Galtier ammette: 'So che Paredes è cercato da altri club ma è qui con noi'

Christophe Galtier, tecnico del PSG, è tornato a parlare di calciomercato in seguito alla vittoria per 5-2 ottenuta nella serata di ieri contro il Montpellier.

All'allenatore francese, è stato chiesto di Leandro Paredes, calciatore seguito in particolar modo dalla Juventus. Il cinquantacinquenne da Marsiglia ha detto: "Leandro si è allenato e ha giocato nel precampionato. So che è cercato da altri club, ma è qui con noi. Trova spesso spazio, in tutte le partite. Oggi l'ho inserito al posto di Vitinha, che era ammonito e non volevo rischiare; a Clermont-Ferrand aveva giocato molto bene. Mi è sembrata una scelta logica farlo giocare".

Detto ciò, Galtier ha comunque voluto sottolineare di non sapere cosa succederà nei giorni finali del calciomercato, ammettendo di essere consapevole della volontà di Paredes di giocare con più continuità.

In tutto questo, la Juventus per permettersi l'acquisto dell'argentino, dovrebbe liberare uno slot a centrocampo e il nome di Rabiot resterebbe il principale indiziato per partire.

Secondo l'esperto di calciomercato Fabrizio Romano, il Manchester United potrebbe farsi sotto di nuovo, proponendo all'agente-madre del calciatore francese un nuovo incontro in settimana.

Allegri in conferenza stampa: 'La Juve ha il dovere di puntare a vincere tutti gli anni'

Nel frattempo, Massimiliano Allegri ha parlato nella conferenza stampa alla vigilia del primo match di campionato della Juventus, che riceverà in casa il Sassuolo di Dionisi.

Il tecnico toscano ha ovviamente analizzato le ambizioni del club bianconero: "Abbiamo giocato tre amichevoli contro squadre importanti. Questa bella sconfitta con l’Atletico ci ha fatto bene e ci ha fatto alzare le antenne. Ho sentito troppi trionfalismi in giro. La Juve ha il dovere di puntare a vincere come tutti gli anni.

Farlo è difficile perché ci sono squadre attrezzate. È un campionato con 4-5-6 pretendenti e noi siamo in mezzo a quelle. Dobbiamo lavorare in silenzio".

Allegri ha poi parlato della possibilità di cambiare il modulo tattico, bollando, almeno inizialmente, questa ipotesi e delle avversarie per il campionato, definendo Inter e Milan le favorite e dicendosi incuriosito dalla nuova Roma di José Mourinho.