Lo annuncia il portavoce della commissione scientifica del Ministero della Salute spagnolo, Fernando Simon, sulla base delle ultime analisi su Teresa Romero, l'infermiera spagnola risultata positiva al virus Ebola e primo caso di contagio in Europa. Secondo quanto riportato nella conferenza stampa presso il Palacio de la Moncloa, le condizioni della paziente, in isolamento e sotto stretta e continua osservazione, sarebbero stabili, seppur nel contesto della gravità della malattia in questione. Il virus è sotto controllo e pare si sia riscontrata una riduzione, cosa che lascia supporre che le cure somministrate stiano dando i giusti risultati.

La buona notizia arriva sempre con la dovuta cautela e senza poter parlare apertamente di fase guarigione, trattandosi di una malattia grave che può colpire, nel suo decorso, altri organi provocando un immediato peggioramento generale. Inoltre, arrivano anche le dovute rassicurazioni alla popolazione spagnola. Le altre 15 persone che sono entrate in contatto con Teresa Romero, per il momento tutte asintomatiche, si sono sottoposte spontaneamente alla quarantena e restano in isolamento, assicurando un elevato controllo di un possibile rischio di contagio.

Intanto, continuano le indagini sulle cause del contagio dell'infermiera spagnola per capire quale sia stata la falla del sistema di sicurezza e prevenzione, che può andare ben oltre la presunta negligenza della stessa nel togliersi la divisa protettiva mentre stava svolgendo il suo lavoro. Le stesse colleghe di lavoro la difendono e la definiscono un'infermiera molto precisa e responsabile, una donna che ha sempre fatto il suo dovere con minuziosità e scrupolosità.

Durante la settimana, l'ospedale Carlos III di Madrid, attualmente il centro di riferimento per la cura della malattia, ha ricevuto una visita ispettiva da parte di due commissari esperti dell'Unione Europea. Sono stati riscontrati alcuni punti critici, come le dimensioni eccessivamente ridotte degli spogliatoi del personale sanitario ma, in linea generale, l'ospedale è stato ritenuto idoneo e di alto livello sanitario.

Segui la nostra pagina Facebook!