In quarantotto ore, a Napoli, due diversi quartieri si ribellano alla consistente presenza di venditori abusivi stranieri per lo più nord africani. Così come a Roma la protesta si è scatenata dopo l'ennesima aggressione ad un residente da parte di un ambulante, questa volta è toccato ad una donna essere prima minacciata e poi aggredita dal venditore nord africano. L'aggressione ha scatenato la reazione dei residenti dei quartieri napoletani, che oltre la presenza degli abusivi, lamentano il degrado in cui versano i quartieri dove risiedono gli extracomunitari.

Una città già tormentata di suo - dicono i residenti - non può tollerare la presenza di chi non ha rispetto della città che li ospita e che causa perdite di guadagno ai commercianti che invece pagano regolarmente le tasse, senza contare che nelle zone dove si collocano trasformano l'area in veri e propri suk.

Napoli è già una città che soffre per diverse problematiche, dalla presenza della camorra alla mancanza di lavoro, dall'emergenza abitativa al degrado dei quartieri, ora la loro presenza è andata ad aggravare ancor di più questa situazione.

Molti di loro sono dediti ad azioni criminali e sono moltissimi i casi di aggressioni o di micro e macro crimini causati dagli stranieri presenti nella nostra città. Lo Stato non ha mai aiutato Napoli a superare i propri problemi e, come già successo in altri casi, anche in questo sono i napoletani a ribellarsi".

La battaglia tra residenti e immigrati, svoltasi a lanci di bottiglie da parte degli extracomunitari e secchiate d'acqua tirati dai balconi dei residenti è stata sedata dalla polizia.

La situazione attuale sembra tranquilla e sotto controllo, ma si teme lo scoppio di altre scintille in altri quartieri napoletani proprio come è già accaduto a Roma dove altri quartieri hanno seguito l'esempio di Tor Sapienza. La polizia resta in allerta, pur avendo ritirato l'allarme, anche perché sono numerosissimi i quartieri dove ci sono venditori ambulanti stranieri e altri dove vivono comunità numerose di persone provenienti da Paesi extracomunitari dove già ci sono stati episodi spiacevoli che li hanno visti come protagonisti anche nel recente passato.

Segui la nostra pagina Facebook!