Le indagini sul caso del piccolo Loris si infittiscono. Nell'occhio del ciclone in questo momento si trova la madre di Loris, a causa delle sue dichiarazioni che non combaciano con quanto è stato filmato dalle telecamere del piccolo paesino di Santa Croce Camerina. Qui vi indicheremo le incongruenze riscontrate dagli inquirenti nelle dichiarazioni della madre Veronica e le ultime notizie sul caso Loris.

Loris, ultime notizie: la madre, il cacciatore e l'uomo del mulino

La madre di Loris in questo momento chiede che il corpo del bambino le venga restituito per avere la possibilità di dargli una giusta sepoltura e in ultimo si dichiara innocente, anche se tutto sembra "contro di lei". In effetti è proprio così, perché più i giorni passano e maggiori ombre si insinuano sulla sua persona. Dalle telecamere non risulta che la madre abbia accompagnato il figlio a scuola come lei invece dichiara. Gli inquirenti, volendo ricostruire con precisione cosa abbia fatto la madre quella mattina in cui il figlio è scomparso, hanno dedotto che c'è un lasso di tempo di circa 15 minuti in cui non sanno cosa la donna abbia fatto.

L'ultima notizia sul caso Loris riguarda il tragitto compiuto da Veronica in quel tragico sabato mattina. La donna esce di casa alle 09:25 per recarsi al corso di cucina. La distanza tra la casa di Loris e la scuola di cucina è di circa 15 minuti in auto, ma la donna arriva alle 09:55 giustificandosi senza richiesta del suo ritardo. Intanto una delle telecamere del paesino ha ripreso l'auto della madre di Loris in prossimità del mulino vecchio. Ricordiamo che il mulino dista 20 metri dal luogo in cui è stato ritrovato il piccolo Loris. Inoltre un'altra telecamera ha ripreso che una macchina scura si era accostata presso il mulino, ma purtroppo l'immagine è sfocata. Per quanto riguarda il Gps installato nella macchina della madre di Loris che poteva costituire una prova chiave per le indagini risulta vuoto, privo di informazioni.

Loris e il cacciatore. Per ora l'unico indagato per atto dovuto risulta il cacciatore che è stato il primo a ritrovare il corpo del bimbo. Il cacciatore ha dichiarato più volte che, nonostante i diversi esami a cui è stato sottoposto, rifarebbe tutto. A Matrix a proposito del cacciatore, diversi professionisti hanno dichiarato che è improbabile che il cacciatore sia il vero responsabile perché non avrebbe avuto alcun interesse a contattare subito la polizia. Questo perché più il tempo passa e più le tracce diventano meno evidenti come il caso di Elena Ceste il cui corpo è stato ritrovato dopo molto mesi dalla sua scomparsa.

Loris e l'uomo del mulino. L'uomo del vecchio mulino ha dichiarato che secondo lui il corpo di Loris è stato portato quando il bambino era già stato ucciso, quindi in un secondo momento. La sua supposizione nasce dal fatto che sicuramente avrebbe sentito dei rumori o comunque qualcosa in quella mattina, essendo poco distante il mulino dal luogo in cui è stato trovato il bambino. Per ora nulla è certo, ma sicuramente le telecamere poste a Santa Croce Camerina risultano essenziali per risolvere il caso.

Leggi tutto