Ad un anno dalla scomparsa di Elena Ceste non è stata ancora trovata la verità sul caso della mamma trentasettenne di Costigliole d'Asti, trovata morta lo scorso 18 ottobre nei pressi del Rio Mersa, un canale di scolo situato a pochi chilometri dall'abitazione dove la donna viveva con i figli e Michele Buoninconti. Proprio quest'ultimo è l'unico indagato per omicidio volontario e soppressione di cadavere, ma, sebbene l'uomo sia stato protagonista di numerose contraddizioni e stravaganze, non sono ancora stati trovati degli indizi che possano inchiodarlo.

Non sappiamo neanche se si sia trattato di omicidio, dato che dagli esami autoptici condotti sul corpo della donna non è possibile stabilire una causa certa del suo decesso. Nelle ultime ore, però, è emerso un nuovo elemento che complica ulteriormente il quadro delle indagini, già molto complesso. 

Ultime news Elena Ceste, ritrovato un misterioso biglietto anonimo dal contenuto religioso

Il biglietto è stato trovato ieri, a pochi metri dalla casa di Elena Ceste, e presenta alcune frasi tratte dal libro dei Salmi e da un passo delle Sacre Scritture: "Il Signore è il mio pastore e mai nulla ci mancherà, mi farà riposare in un luogo sicuro". Si parla poi della figura di Gesù come colui che porta giustizia sulla Terra.

Troviamo poi un errore grammaticale nella frase: "Gesù colpirà il mio aversario", manca una "v". Il ritrovamento di questo biglietto anonimo dal contenuto religioso complica ancora di più le indagini sul caso di Elena Ceste, ormai diventato un vero e proprio enigma. Chi potrebbe essere l'autore di questo biglietto?

Ultime news Elena Ceste, è Michele Buoninconti l'autore del biglietto anonimo?

Sappiamo che Michele Buoninconti è un uomo molto religioso, dato che si recava ogni domenica a messa con la moglie e i figli. Non è escluso che l'autore del biglietto possa essere stato lui; inoltre, c'è un particolare molto importante. Infatti, nell'ultima parte del biglietto vengono menzionati i figli: "Sono innocente come i miei figli, il Signore avrà misericordia dei miei figli".

Il ritrovamento di questo biglietto porterà ad una svolta nelle indagini sul caso di Elena Ceste?

Segui la nostra pagina Facebook!