Resta ancora un caso irrisolto quello di Elena Ceste, dopo quasi un anno dalla scomparsa della trentasettenne mamma di Costigliole d'Asti che è poi stata ritrovata morta lo scorso 18 ottobre nei pressi di un canale di scolo a pochi chilometri dalla sua abitazione. Al momento le indagini sono ad un punto morto; infatti, dall'autopsia sul cadavere della donna, condotta ormai molto tempo fa, non si sono ancora scoperte le cause della morte. Pochi giorni fa è stato il medico legale Roberto Testi a ribadire l'impossibilità di pervenire ad una soluzione, affermando che dagli esami autoptici non si riesce a capire se la donna sia morta per strangolamento, se si sia suicidata o se si sia trattato di una morte accidentale.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie TV

Ultime news Elena Ceste, gli inquirenti ad un bivio 

Perciò, gli inquirenti si trovano ad un bivio: procedere con un processo contro l'unico indagato sulla morte della donna, il marito Michele Buoninconti, o archiviare il caso per impossibilità di stabilire che sia stato commesso un delitto.

Il principale sospettato degli inquirenti è sempre stato il marito di Elena Ceste, che si è reso spesso protagonista di stravaganze e contraddizioni, come quando si è spacciato per un tale Armando Diaz oppure quando ha invitato uno strano sms al medico di Elena Ceste. Sono stati in molti a pensare che Michele Buoninconti avesse voluto sviare le indagini. Tuttavia, al momento, non sono ancora emersi degli indizi che possano inchiodarlo, per cui il marito di Elena Ceste non è ancora stato arrestato.

Elena Ceste, il caso sarà archiviato?

Sul caso di Elena Ceste sono stati ascoltati numerosi testimoni e sono state visionate anche le documentazioni delle telecamere, dalle quali non emerge nessun indizio contro Michele Buoninconti. Anche secondo i suoi vicini di casa sarebbe innocente. Sui social network gli utenti sono divisi tra chi reputa Buoninconti colpevole e chi invece crede che non c'entri nulla.

I migliori video del giorno

In ogni caso, la Procura, dopo avere visionato numerosi filmati e ascoltato più di settanta testimoni, non ha trovato gravi indizi contro il marito della donna. Il caso di Elena Ceste sarà archiviato?