Si ritorna a parlare del caso di Elena Ceste, la mamma di Costigliole d'Asti di cui si cerca ancora di scoprire chi è il vero assassino. Le news arrivano dalla puntata di ieri pomeriggio de La vita in diretta in onda su Rai1, dove si è a lungo parlato del caso della donna ritrovata morta lo scorso ottobre 2015 in un canale di scolo che si trovava molto poco distante dalla sua abitazione.

Nel corso della puntata di Vita in diretta si è parlato di quell'articolo apparso sul settimanale Giallo in edicola questa settimana, dove viene raccontato che Michele in un momenti di sfogo con alcuni amici e conoscenti si sarebbe scagliato contro coloro che stanno portando avanti le indagini, affermando con estrema sicurezza che non riusciranno a scoprire mai nulla sulla morte di sua moglie.

Perchè Michele è così certo dell'esito negativo delle indagini e soprattutto perchè non vuole far emergere la verità e rendere giustizia alla madre dei suoi bambini?

Elena Ceste, le ultime news: uccisa da un killer?

Le news ci riportano sempre a quel famoso articolo di Giallo, dove si dice che Elena potrebbe essere stata uccisa da un killer, il quale potrebbe essere stato ingaggiato da uno degli uomini con i quali la donna si sentiva negli ultimi tempi tramite la chat di Facebook oppure dal marito Michele Buoninconti: ad oggi, infatti, ricordiamo che il marito resta l'unica persona iscritta nel registro degli indagati, nonostante ciò Michele non può essere considerato colpevole, in quanto può contare su un alibi di ferro circa la mattina dell'atroce delitto di Elena.

I vicini di casa della donna, infatti, dichiararono di aver visto Elena in giardino quando Michele era già uscito di casa per andare ad accompagnare i bambini a scuola.

I migliori video del giorno

Ad oggi, quindi, resta ancora il mistero sul caso di Elena Ceste e sebbene Michele si sia scagliato contro gli inquirenti che si stanno occupando del caso, i familiari della donna, i genitori in primis, chiedono di andare avanti con le indagini perchè vogliono sapere al più presto il nome dell'assassino.