Sono emerse importanti novità sul caso che riguarda Guerrina Piscaglia, la donna di Cà Raffaello scomparsa lo scorso 1 maggio. Di lei non abbiamo più notizie, ma nell'ultima puntata di "Chi l'ha visto", Padre Gratien, l'unico individuo iscritto al registro degli indagati per sequestro di persona, ha cercato di fare chiarezza sul caso, rilasciando dichiarazioni molto importanti, che potrebbero risolvere il giallo. Ma la notizia delle ultime ore è che è stato ritrovato il venditore ambulante che secondo Padre Gratien era a Cà Raffaello il giorno della scomparsa di Guerrina Piscaglia. Si tratta di una clamorosa svolta nelle indagini.

Guerrina Piscaglia, ritrovato il venditore ambulante: ecco le dichiarazioni dell'uomo

È stato finalmente rintracciato il venditore ambulante che secondo Padre Gratien ed il marito di Guerrina Piscaglia, Mirko Ragazzini, sarebbe stato presente il 30 aprile 2014, ovvero l'ultima sera prima della scomparsa della donna di Cà Raffaello.

L'uomo, un ambulante marocchino, residente a Gubbio, ha rilasciato dichiarazioni molto importanti, che danno sicuramente una svolta alle indagini. Innanzitutto, l'uomo ha confermato di essere stato presente la sera del 30 aprile; il venditore ha dichiarato che quel giorno si era incontrato con Guerrina Piscaglia, il marito e Padre Gratine Alabi per bere una birra insieme e giocare a carte. Ma l'ambulante ha clamorosamente smentito le dichiarazioni di Padre Gratien.

L'ambulante smentisce la versione di Padre Gratien: il sacerdote congolese mente?

Il venditore marocchino, secondo quanto riporta il sito Urbanpost, ha rilasciato una versione dei fatti diversa da quella che Padre Gratien ha rilasciato agli inquirenti. Infatti, il religioso congolese aveva affermato che il giorno successivo alla scomparsa di Guerrina Piscaglia, il venditore ambulante sarebbe rimasto a Cà Raffaello.

I migliori video del giorno

Ma l'uomo ha clamorosamente smentito le parole di Padre Gratien Alabi, affermando di trovarsi in un altro luogo, che però non ha voluto specificare. Perciò, è molto probabile che il religioso congolese, unico indagato per sequestro di persona, menta su Guerrina Piscaglia. La donna, in un ultimo sms mandato a Gratien, gli diceva di essere incinta di lui, ma il sacerdote ha sempre negato di avere avuto rapporti sessuali con la donna. Ma perché Padre Gratien avrebbe dovuto mentire sul venditore ambulante? Forse nasconde qualcosa?