2

Il duca di York ha pubblicamente negato le accuse di aver fatto sesso con una minorenne americana, ribadendo precedenti dichiarazioni di Buckingham Palace a sua difesa. Questa prima risposta pubblica del principe Andrea è stata rilasciata ad un ricevimento annuale riservato a 200 ospiti al World Economic Forum di Davos in Svizzera. Questo accade il giorno dopo della presentazione di una dichiarazione giurata fatta dagli avvocati della sua accusatrice, Virginia Roberts, con in dettaglio le accuse che gli sono state mosse, e con la richiesta che il principe risponda sotto giuramento.

Nonostante il consiglio che gli era stato rivolto di non recarsi a Davos, dove si sarebbe svolto un ricevimento per le aziende italiane, leader politici, accademici e giornalisti, Andrea ha dovuto esprimere il suo dissenso, ribadendo quanto affermato da Buckingham Palace.

Mercoledì, gli avvocati di Roberts gli avevano inviato una lettera chiedendogli di partecipare ad un colloquio di due ore. Alcuni documenti trasmessi contenevano una dichiarazione giurata dell'accusatrice che forniva nuovi dettagli circa i rapporti sessuali che sostiene di aver avuto col principe in tre diverse occasioni, a partire da quando aveva 17 anni e lavorava per Jeffrey Epstein, un amministratore di fondi speculativi in seguito condannato per aver proposto rapporti sessuali con minori.

Roberts che ha ora 31 anni, e nei documenti del tribunale appare come Jane Doe 3, sostiene che è stata pagata 15.000 dollari da Epstein per andare a letto con Andrea e per tenere la bocca chiusa sui rapporti intercorsi. Sostiene inoltre di essere stata coinvolta in un'orgia nelle Isole Vergini insieme ad Andrea, Epstein ed altre otto ragazze che secondo lei erano tutte minorenni.

I migliori video del giorno

"Ho fatto sesso con lui 3 volte, ed una delle quali era un'orgia", sostiene la Roberts nel suo affidavit. "Sapevo che era un membro della famiglia reale britannica, ma io lo chiamavo Andy". Ha anche sostenuto che è stato Epstein a richiedere di raccontare dettagli personali sul suo presunto incontro sessuale, aggiungendo che "sembrava avere un dossier con informazioni su Andy". Un avvocato di Epstein ha però respinto queste affermazioni descrivendole come "stantie e riaggiustate". Il palazzo le ha descritte come "categoricamente false" ed ha strenuamente negato "qualsiasi forma di contatto sessuale o rapporto" tra Andrea e Virginia.

Di controcanto Roberts controbatte che la negazione dei rapporti è falsa ed offensiva, ribadendo quanto affermato sotto giuramento, e spera che i suoi avvocati possano interrogare Andrea e fargli ammettere la verità.