Un orrore senza fine quello seminato dai terroristi dell'Isis, spaventoso l'ultimo ritrovamento di stamani a Tikrit: 1700 corpi in dieci fosse comuni. C'è stato chi ha baciato la terra in cui sono stati deposti i corpi dei propri compagni, chi invece ha posto un fiore; in seguito un tombale silenzio, rotto solo dagli spari in segno di rispetto. L'orrore che l'avanzata dell'Isis sta continuando a mietere sembra essere senza battuta d'arresto. In tutto una dozzina di fosse comuni, forse di più, sono state scoperte nella città sunnita di Tikrit, nel cuore dello stato iracheno.

Ammassati all'interno, sono stati trovati i corpi di più di un migliaio di soldati iracheni, soldati che sarebbero stati uccisi lo scorso giugno nel corso di un'esecuzione di massa dagli uomini del califfato. I corpi rinvenuti per il momento sarebbero una ventina solamente, sono stati trovati di preciso nella fossa scavata all'interno del palazzo presidenziale, un tempo appartenuto a Saddam Hussein.

La triste fine di migliaia di uomini

I resti dei soldati saranno inviati presso la capitale, al fine di procedere alle eventuali identificazioni tramite il test del dna.

Sembra tuttavia abbastanza chiaro, che si tratterebbero dei resti delle vittime del campo di Speicher, una base fortificata irachena sita nei pressi di Tikrit. I pochi sopravvissuti hanno raccontato che i miliziani, dopo averli catturati, li hanno fatti marciare fino al palazzo presidenziale, dividendoli in seguito in gruppi ed uccidendoli uno dopo l'altro. Non meno spietata è stata l'offensiva dell'Isis in Siria, quì i miliziani jihadisti dello stato islamico, dopo un'inusuale alleanza con il fronte di Al Nusra, sono penetrati nel campo profughi palestinese di Yarmuk nella periferia della capitale siriana, controllato da forze laiche e ceduto dopo un lungo combattimento.

Secondo fonti attendibili, i jihadisti hanno eliminato nove militanti palestinesi, i quali difendevano il campo, due di loro sono stati barbaramente uccisi tramite decapitazione.

Segui la nostra pagina Facebook!