Ci sono importanti novità sul delitto di Loris Stival, il bambino di 8 anni ucciso il 29 novembre 2014 a Santa Croce di Camerina in provincia di Ragusa, per il quale la madre, Veronica Panarello, è accusata di omicidio e si trova attualmente agli arresti nel carcere di Agrigento.

Il terriccio sospetto nell'auto di Veronica

A rendere nota la notizia è il settimanale 'Giallo', che ha pubblicato un articolo nel quale viene messo in evidenza che gli investigatori, stanno eseguendo una nuova perizia di laboratorio. Nell'auto di Veronica Panarello, utilizzata quella mattina dalla donna, sono state rinvenute alcune tracce di terriccio ed erba.

L'obiettivo degli inquirenti, è quello di esaminare queste tracce, per verificare se sono compatibili con il terreno presente nella zona del canalone, vicino al Mulino Vecchio, luogo in cui è stato ritrovato il corpo senza vita del piccolo Loris. Queste analisi potrebbero essere fondamentali per incrementare le accuse contro Veronica, ma possono essere anche utili ad assegnare un punto a suo favore, nel caso il risultato fosse negativo.

La chiave principale del giallo rimane la Polo nera

L'ormai famosa Polo nera, rimane quindi il fulcro principale sul quale ruotano tutte le indagini, inizialmente è stato esaminato migliaia di volte il tragitto seguito dalla macchina, quel fatidico giorno e sul quale esistono tantissime incongruenze e polemiche. Con questa nuova perizia, sarà nuovamente l'auto di Veronica a dare ulteriori utili informazioni, tramite le tracce ritrovate sui tappetini.

I migliori video del giorno

Se dagli esami di laboratorio, il terriccio dovese essere compatibile con quello presente al Mulino Vecchio, la posizione della mamma di Loris, precipiterebbe in maniera quasi definitiva. Il legale della donna, Francesco Villardita, ha comunicato che qualche giorno fa Veronica avrebbe avuto un'altra crisi, dopo che erano stati rinviati i colloqui con i periti. Lo stesso avvocato, ha asserito che la donna, vuole proseguire con tutti i test possibili, in modo tale da poter dimostrare quanto prima la sua estraneità all'omicidio del figlio. Se vuoi rimanere aggiornato sui miei articoli, oppure su questo argomento, clicca sul bottone "Segui" vicino al mio nome ad inizio articolo.