Mattinata di orrore quella di ieri nella Capitale. Poco prima delle sette una tassista di 43 anni è stata stuprata e in seguito derubata dell'incasso da un cliente che aveva chiesto di essere accompagnato in una strada dell'estrema periferia: viale Pescina Gagliarda.

Il servizio taxi ha avuto inizio nei pressi dell'hotel Ergife in via Aurelia. Una volta giunto a destinazione l'uomo ha sferrato un violento pugno alla donna e poi, minacciandola con un coltello, l'ha costretta ad un rapporto orale per poi fuggire a piedi dopo averla rapinata. La corsa del taxi sarebbe stata richiesta senza prenotazione, fermando la macchina direttamente in strada; Subito dopo la violenza, la donna ha dato immediatamente l'allarme ed è stata ricoverata in ospedale, dove le è stata data una prognosi di 25 giorni.

Le ricerche da parte della Squadra mobile della Polizia sono scattate immediatamente, anche con l'intervento di un elicottero. Un concreto aiuto alle indagini potrebbe essere dato dalle telecamere, gli investigatori stanno verificando se nei luoghi dove sono accaduti i fatti ve ne siano d'istallate.

Intervenendo sull'argomento, Lorenzo Bittarelli, presidente della compagnia in cui lavora la donna aggredita, rileva di aver denunciato da molto tempo e più volte che nella città c'è un problema di sicurezza soprattutto per i turni di notte. Propone l'istallazione di telecamere all'interno delle vetture di servizio collegate direttamente con le centrali operative delle forze dell'ordine.

Dura reazione dei sindacati

I sindacati di categoria Federtaxi Cisal, Uil Trasporti, Fit Cisl Taxi insieme all'Associazione Tutela Legale Taxi protestano vivamente contro il Sindaco della Capitale Ignazio Marino, accusando l'amministrazione di non interessarsi a nessun confronto richiesto sulla questione della sicurezza.

I migliori video del giorno

Aggiungono che gli operatori dei taxi svolgono quotidianamente il loro lavoro in prima linea tra mille difficoltà. Federtaxi Roma ha chiesto a tutti gli autisti di taxi della città di attaccare un fiocco rosa alle antenne delle auto in segno di solidarietà nei confronti della donna aggredita.

Il Sindaco della capitale ha espresso la vicinanza sua e quella di tutta la città alla donna aggredita condannando duramente l'episodio. Invoca una giustizia severa e soprattutto rapida di fronte ad accadimenti che creano allarme sociale e un senso d'insicurezza nella città tutta.