Quello del giovane Stefano Salvatori è un caso abbastanza sconosciuto, in quanto se ne è parlato poco in giro. Il ragazzo sarebbe morto durante una non meglio definita "gara di sputi". Durante l'ultima puntata del noto programma Rai Chi l'ha visto?, la giornalista e conduttrice Federica Sciarelli ha avuto come ospite Manila, la sorella di Stefano, il quale al momento della morte aveva solo 17 anni. E' un caso che può essere tranquillamente associato a quello di Domenico Maurantonio, poichè la tragica fine di questo minorenne è alquanto assurda, illogica e poco convincente, a causa dei tratti alquanto bizzarri ed improbabili. Manila è stata presente assieme agli avvocati Luigi Conti e Laura Camomilla.

Si può morire per una tale stupidata?

Stefano era un ragazzo bello, attivo e simpatico, questa gara di sputi non si è capita dove sia uscita fuori, sicuramente una panzana poco solida, per poter essere definita credibile. Tuttavia, questa voce assurda è stata confermata da diversi presunti testimoni che avrebbero assistito alla morte del giovane. La tragedia è avvenuta a Palestrina, un paese in provincia di Roma. Stefano Salvatori ha perso la vita cadendo da una terrazza dei giardini comunali, un volo di testa di oltre sei metri, che non gli ha lasciato scampo. Alcuni hanno parlato di una rincorsa per sputare più lontano, che gli sarebbe stata fatale, altri di una sorta di prova di coraggio finita nel peggiore dei modi, altri ancora si sono limitati a dire, che avrebbe perso l'equilibrio mentre stava salutando un amico.

I migliori video del giorno

Ad ogni modo, nessuno dei famigliari di Stefano conosce cosa sia realmente accaduto quel maledetto giorno del 16 Maggio scorso intorno alle ore 22:30. I genitori sono troppo provati per rispondere alle domande dei giornalisti, ma a manifestare i tanti dubbi della famiglia, ci sono state le due sorelle di Stefano, che hanno gentilmente fatto delle dichiarazioni davanti alle telecamere di Chi l'ha visto?.

Ha riferito Manila: "Noi siamo arrivati in ospedale e quì praticamente nessuno parlava, nessuno era con lui e nessuno aveva visto niente, però poi dopo si è cominciato a parlare di questa gara di sputi, sinceramente non comprendo proprio perchè sia stata messa su una spiegazione così assurda, priva di logica e di senso, peraltro raccontata più volte sempre in maniera diversa. Poi, una gara di sputi in piena notte, con un palo davanti e con delle persone sotto ... Mio fratello sarebbe inoltre caduto a pochi centimetri da una persona che stava lì sotto".