Davvero un tragico episodio, l'ennesimo sui luoghi lavoro, quello che è accaduto nelle prime ore di questo pomeriggio 28 luglio, quando intorno alle ore 13:30, una parte della cupola della Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli di Pietracatella (CB) è crollato causando la morte di un operaio e il ferimento di altri due suoi colleghi, che sono stati ricoverati in condizioni gravissime presso l'Ospedale Cardarelli di Campobasso. L'area è stata immediatamente transennata per procedere alle prime verifiche e facilitare i soccorsi.

Lavori nell'ambito della ricostruzione Post-sisma

I lavori che si stanno eseguendo sulla Chiesa Madre di Pietracatella, rientrano nel piano delle opere post terremoto di San Giuliano di Puglia del 31 ottobre 2002, quando persero la vita 27 bambini e una maestra della scuola F.Iovine.

Lavori che erano ripresi da circa una settimana,dopo che la Regione Molise aveva stanziato i fondi per la loro ripresa. Ad eseguire le opere è una ditta edile di Gambatesa (CB) un comune a pochi chilometri dal luogo della sciagura.

Soccorsi rapidi e Inchiesta della Magistratura

Il boato causato dal crollo della struttura è stato sentito distintamente nell'intero centro abitato; in un primo momento si era pensato ad una scossa di terremoto, ma è bastato poco per rendersi conto della gravità della situazione. Immediati i soccorsi per i 3 operai coinvolti: per uno di loro, un uomo di 53 anni, non c'è stato nulla da fare, mentre gli altri due sono stati trasportati d'urgenza in Ospedale in gravissime condizioni. Sul posto anche i Carabinieri, e i Vigili del Fuoco, oltre al magistrato di turno che aprirà un'inchiesta per risalire alle responsabilità sull'accaduto.

I migliori video del giorno

Sospeso il Consiglio Regionale del Molise

All'arrivo della notizia, immediata la sospensione del Consiglio Regionale del Molise, che come da prassi si riunisce di martedì. La sospensione si è resa necessaria per consentire al presidente della giunta regionale Paolo di Laura Frattura e al consigliere delegato alla ricostruzione post terremoto Salvatore Ciocca, di essere presenti sul luogo della tragedia e per portare la solidarietà delle istituzione al comune colpito da questo grave lutto