Emergono notizie molto importanti per quanto riguarda i casi di Elena Ceste, la trentasettenne mamma di Costigliole d'Asti trovata morta lo scorso 18 ottobre, e di Guerrina Piscaglia, la cinquantenne casalinga di Cà Raffaello della quale non si hanno più notizie da più di un anno. Le ultime indiscrezioni sui due casi di cronaca provengono dall'ultima puntata di "Segreti e delitti". Ecco tutti i dettagli.

Ultime notizie Guerrina Piscaglia, Padre Gratien cambia avvocato: verità vicina?

Nell'ultima puntata di "Segreti e delitti" si è parlato a lungo del caso di Guerrina Piscaglia, che potrebbe essere giunto ad un momento decisivo.

Padre Gratien Alabi, infatti, ha deciso di cambiare avvocato, sostituendo Luca Fanfani con Francesco Zacheo. Quali sono i motivi di questa decisione? Il religioso congolese vuole fare delle rivelazioni? Il nuovo legale avrebbe richiesto un nuovo interrogatorio per il prete africano. L'impressione è che la svolta sia molto vicina: Padre Gratien Alabi ha sempre dichiarato la sua innocenza, negando di avere avuto una relazione amorosa con Guerrina Piscaglia. Sono però numerosi gli indizi che lo inchioderebbero, a comunicare dagli sms che la casalinga di Cà Raffaello ha mandato sul suo cellulare, rivelando di essere incinta di lui. Si attendono dunque ulteriori sviluppi sul caso. 

Ultime notizie Elena Ceste, Michele Buoninconti sarà a casa tra quattro giorni?

Sempre a "Segreti e delitti" si è parlato anche del caso di Elena Ceste; il processo a Michele Buoninconti è iniziato lo scorso 1 luglio e il suo esito appare molto incerto, dato che non sono ancora emerse le prove definitive della colpevolezza di Michele Buoninconti.

I migliori video del giorno

Alla prima udienza hanno presenziato anche i genitori di Elena Ceste; Michele avrebbe voluto incontrarli, ma la sua richiesta è stata respinta. Il pool difensivo del quarantaquattrenne vigile del fuoco ha presentato la richiesta di scarcerazione, sulla base del fatto che Michele sarebbe stato un padre integerrimo dopo la morte di sua moglie. Se l'istanza fosse accolta, Buoninconti avrebbe la possibilità di rivedere i suoi figli tra soli quattro giorni.