Un piccolo jet privato (un Embraer Phenom 300), è precipitato nella regione dell'Hampshire nel Sud dell'Inghilterra. Il velivolo è partito dallo scalo italiano di Malpensa. Lo schianto è avvenuto ieri nel tardo pomeriggio. A bordo viaggiavano la sorella e la matrigna dello "sceicco del terrore" Osama Bin Laden. Le vittime in totale sarebbero quattro. In un tweet l'ambasciatore saudita nel Regno Unito - Mohammed bin Nawaf Al Saud -  fa le sue condoglianze alla famiglia Bin Laden. L'ambasciata saudita, inoltre, fa sapere che sta collaborando con le autorità britanniche per capire la natura dell'incidente avvenuto. La polizia inglese in realtà ha già annunciato che l'incidente non sarebbe causa di un atto terroristico ma che si è trattato di un mero incidente.

L'incidente sarebbe avvenuto in fase di atterraggio 

Secondo le prime indiscrezioni, infatti, l'aereo è precipitato in fase di atterraggio nell'aeroporto di Blackbushe mancando la pista e andandosi a schiantare nel vicino parcheggio di una rivendita di auto, provocando una potente esplosione e un incendio. La deflagrazione ha distrutto almeno 15 auto ma non ci sarebbero state vittime a terra. Un testimone - Robert Belcher - riferisce di aver visto un'enorme colonna di fumo mentre guidava verso casa: "Stavo tornando a casa quando ho visto un'alta colonna di fumo nell'aria. I vigili del fuoco hanno chiuso la strada dietro di me. Il fumo si poteva vedere da 5 miglia di distanza. Veniva dall'aeroporto e speravo che non fosse dovuto ad un incidente aereo. Sono rimasto shoccato quando ho scoperto che si trattava proprio di un incidente aereo e che sono state coinvolte tutte quelle macchine parcheggiate", racconta Belcher alla BBC.

I migliori video del giorno

Un altro testimone, che non vuole far sapere il suo nome, ha visto l'incidente dal tetto di casa sua mentre riparava il camino, raccontando: "Ho visto l'aereo in fase di atterraggio e poco dopo ho sentito un gran fragore. Dopo si è alzata una grossa colonna di fumo e ho sentito il rumore delle macchine che esplodevano. Dopodiché ho visto arrivare i soccorsi e le macchine della polizia".