Tornerà in cattedra Giovanni Scattone dopo aver scontato la condanna per l’omicidio della studentessa di Giurisprudenza, Marta Russo. Scattone insegnerà Psicologia in un istituto professionale di Roma. “E’ assurdo” è stato il primo commento della madre della vittima.

Scattone immesso in ruolo dalla Buona scuola di Renzi: ecco l’istituto dove insegnerà

Tuttavia le parole stanno a zero di fronte ai fatti: in un pomeriggio caldo di una decina di giorni fa, riporta il Corriere della Sera di oggi, Giovanni Scattone ha appreso della sua nuova Scuola. Il suo nome non è, di certo, passato inosservato tra le migliaia di candidature alle fasi del Piano straordinario delle assunzioni della Buona Scuola varata dal Governo Renzi.

Giovanni Scattone insegnerà all’Istituto Professionale “Luigi Einaudi” di Roma.

L’ex assistente universitario di Filosofia del Diritto dell’Università “La Sapienza” era tornato alla ribalta delle cronache qualche anno fa quando aveva accettato e poi abbandonato proprio per le polemiche che si erano scatenate, una supplenza in Storia e filosofia nella stessa scuola superiore, il Liceo Cavour, dove aveva studiato la ragazza uccisa nel cortile dell’università romana il 9 maggio 1997.

L’omicidio di Marta Russo fu considerato, fin dalle prime indagini, un reato senza movente: a muovere la mano assassina fu, forse, proprio  l’ossessiva ricerca del delitto perfetto per il quale Scattone è stato condannato a 5 anni e quattro mesi, mentre l’altro assistente universitario, Salvatore Ferraro ha scontato quattro anni.

I migliori video del giorno

Ecco le materie che potrà insegnare Scattone

Dopo 2 processi di appello ed il successivo ricorso in Cassazione, la Suprema Corte decise di non disporre pene accessorie a carico di Scattone, cancellando l’interdizione all’insegnamento e consentendogli, quindi, dopo aver scontato la pena, di poter partecipare all’ultimo concorso a cattedra svoltosi nel 2012.

L’assunzione, dunque, è stata possibile grazie al meccanismo della metà dei candidati assunti dalle Graduatorie ad esaurimento e l’altra metà dalle Graduatorie di merito. Proprio da questi ultimi elenchi, che hanno concorso alla scelta dei docenti nelle prime due fasi, la “Zero” e la “A” della Buona scuola, proveniva Scattone.

Ora il suo nome compare tra i professori di ruolo nelle graduatorie dell’Ufficio scolastico del Lazio. Scattone, che oggi ha 47 anni, potrà insegnare le materia della classe di concorso A036: dunque, oltre a Psicologia, Storia della filosofia e Scienze dell’educazione.

Dall’Istituto professionale dove lunedì 14 settembre salirà in cattedra preferiscono non commentare. “Rispettiamo la legge e le graduatorie” dicono lontano dai microfoni. Ma in molti non accettano di essere messi sullo stesso piano di Scattone.