Continua al 13 ottobre 2015 il processo a Michele Buoninconti, marito di Elena Ceste. L'uomo seguita a dichiararsi non colpevole ma intanto affiorano dei dettagli interessanti circa quanto avvenne subito dopo il rinvenimento del cadavere della madre di famiglia, che si trovava a circa 1 km da casa. L'avvocato del marito, Giuseppe Marazzita, ribadisce di essere certo dell'innocenza del suo assistito. Per lui non ci sono prove e senza di esse non si può condannare nessuno. Nondimeno alcuni comportamenti di Buoninconti sono apparsi bizzarri.

Il ritrovamento

Ricordiamo che l'improvvisa scomparsa di Elena Ceste è datata 24/1/2014.

Solo alcuni mesi dopo fu trovata morta, in modo casuale, nel corso di operazioni di bonifica da parte di un privato. Il cadavere era quindi sfuggito agli investigatori anche perché abilmente occultato, forse da mani esperte. Michele Buoninconti ha comunque optato per il cosiddetto "rito abbreviato". Secondo i colleghi di "Mattino cinque" al momento del rinvenimento del corpo della moglie Michele Buoninconti, intercettato nell'occasione, mostrò un notevole distacco, non mostrando troppo stupore. Il 24 gennaio 2014 doveva essere una giornata come tante altre per la famiglia Ceste/Buoninconti, coi bimbi da accompagnare a scuola.

Era nuda

Elena era però indisposta e così quel giorno i figli furono portati in auto da Michele, il quale, una volta rientrato nell'abitazione di famiglia, diede l'allarme non trovando la moglie in casa.

I migliori video del giorno

E' davvero così che sono andate le cose? E' quello che il processo dovrà appurare. Di certo Elena Ceste era senza occhiali da vista e senza cellulare. Era inoltre senza abiti, che tuttavia potrebbero essere stati tolti in un secondo momento, dopo che era uscita (volontariamente o meno?) dal giardino di casa. Immaginare una madre di famiglia che esce di casa nuda il mattino è una situazione che lascia molto perplessi e che comunque, se trovasse una conferma che non è mai arrivata, dimostrerebbe uno stato mentale a dir poco particolare della donna.