Un massiccio intervento degli uomini dell'arma dei Carabinieri, ha portato all'arresto di 12 persone. L'operazione è stata disposta dall'Ufficio GIP del Tribunale di Napoli, che ha disposto l'esecuzione delle dodici ordinanze di custodia cautelare. L'accusa è detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Nel mirino dei malviventi, che vendevano cocaina, hashish e marijuana, c'erano anche giovani frequentanti diversi istituti scolastici presenti nelle zone della Provincia di Napoli e Caserta. Un'organizzazione criminale senza scrupoli, mossa da un solo fine: incassare danaro con attività illecite.

Come agiva l'organizzazione criminale

Il contesto di commercio dell'organizzazione malavitosaera radicato, principalmente, nella provincia di Napoli ma, col passare del tempo, si era ramificato anche in molti comuni del comprensorio casertano. In realtà, attraverso i rifornimentidi droga che avvenivano nelle zone di Napoli, si riusciva a coprire la vendita in molti comuni della provincia di Caserta.

Tra questi: Marcianise, Capodrise, Santa Maria Capua Vetere, Teano, Portico di Caserta e Macerata Campania. La chiave di questa ramificazione territoriale era rappresentata da Michele Buonpane, già arrestato nell'ottobre del 2013. Insieme a lui sono finiti in manette: massimo Buonpane, Luigi Mancinelli, Carmela Liccardo, Gaetano Crocetta, Massimo Faella, Giuseppe Raucci, Giovanni Caricchia, Massimo Cappabianca e Pasquale Raucci.

Lo spaccio fuori la scuola

Il commercio di stupefacenti era rivolto, soprattutto, ad acquirenti "di strada". La maggior parte della cocaina, dell'hashish e della marijuana veniva venduta in luoghi strategici, zone in cui risulta facile adescare un compratore. Gli spazi adiacenti gli istituti scolastici, in questo senso, rappresentano luoghi perfetti, in cui l'affluenza giornaliera degli studenti, ed il continuo cambio generazionale, consentono una vendita continua e duratura nel tempo.

L'allarme per la presenza di vere e proprie piazze di spaccio all'esterno degli istituti scolastici, sta diventando, negli ultimi mesi, sempre più forte. Sono numerose, ormai, notizie che parlano di arresti legati alla vendita di stupefacenti ai più giovani. Il controllo delle forze dell'ordine sta aumentando in maniera consistente.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto