Molta gente in coda anche questa mattina per porgere l'ultimo saluto a Valeria Solesin, la giovane ragazza italiana di 28 anni, rimasta coinvolta ed uccisa da due colpi negli attentati di alcuni militanti del gruppo terroristico Isis a Parigi presso il teatro Bataclan. Tra le tantissime visite dei veneziani, oggi alle 16.00, anche quella del Presidente della Camera Laura Boldrini e quella del Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, atteso per il primo pomeriggio al municipio di Venezia. I funerali, che saranno trasmessi in diretta dalla Rai, sono stati voluti dalla famiglia di Valeria in forma laica e si svolgeranno martedì 24 novembre alle ore 11.00 in Piazza San Marco, alla presenza del Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella.

Una preghiera, un fiore, una carezza sul feretro, un lungo e commosso pellegrinaggio che porteranno l'estremo saluto al funerale di Stato, al quale parteciperanno anche i diversi rappresentati delle comunità religiose cittadine. Il padre di Valeria Solesin ha dichiarato: "Se vogliono esprimere il loro cordoglio, a me va benissimo", e subito dopo ha aggiunto: "e quando si parla di gente di ogni credo religioso vuol dire credere nei valori che non siano divisibili".

Continuano le ricerche degli attentatori

Intanto, continuano gli interventi da parte delle intelligence e servizi segreti di tutto l'occidente per salvaguardare la sicurezza dei vari Paesi a rischio attentati, mentre vanno avanti le indagini per capire dove possa trovarsi Salah Abdeslam, braccato sia dagli agenti di tutta Europa, sia dall'Isis, forse per vendetta, per non aver obbedito alle regole del piano secondo cui avrebbe dovuto farsi saltare in aria.

I migliori video del giorno

Tuttavia, alcune fonti non ufficiali sostengono che sarebbe disposto in qualunque momento a suicidarsi e a portare con sé più persone possibili. Invece, da fonti ufficiali, si apprende che il terrorista sarebbe a Bruxelles, in Belgio, armato e con esplosivo addosso. Intanto, in Turchia, uno degli attentatori, Ahmed Dahmani, ed altri due complici della strage della capitale francese, sarebbero stati bloccati ed arrestati.