Un'amica di Veronica Panarello (27 anni), unica indagata per l'omicidio del piccolo Loris Stival (8 al momento della morte), ha testimoniato dinanzi ai giudici, svelando ulteriori retroscena riguardo la vita quotidiana della famiglia Panarello. Ecco cosa ha dichiarato la donna: "Veronica riteneva il figlio minore più intelligente, mentre si rivolgeva a Loris con insulti, il bimbo veniva da me a fare i compiti, in quanto a casa sua non aveva la tranquillità per studiare". Sonia R.G., la nuova importante testimone, ha riferito significative testimonianze riguardo le fasi successive all'omicidio del piccolo Loris. Ha poi proseguito: "Mia madre mi riferiva che Veronica rifiutava il cibo e mostrava segni di squilibrio".

Il prossimo 19 Novembre, la madre del piccolo Loris sarà dinanzi ai magistrati.

Gli dava del 'cretino'

Secondo le affermazioni di Sonia, Veronica era solita rivolgersi al primogenito dandogli del "cretino". Durante l'interrogatorio ha infatti dichiarato: "Era solita sgridarlo, dandogli del cretino e dello stupido, cosa che non faceva con il piccolo Diego". L'indagata avrebbe passato peraltro, un periodo di crisi coniugale con Davide (30 anni), la sua amica lo ha confermato: "Veronica-ha detto- era contenta quando Davide non c'era". Gli insulti non finiscono quì, come se volesse sfogare il suo rancore nei confronti del marito, quando era solita sgridare Loris, Veronica lo accusava dicendo: "Sei stupido come tuo padre". Ma perchè tutto questa rabbia anche verso suo marito, uomo, che finora si è sempre palesato come un papà premuroso? A spiegarlo è sempre Sonia, la quale ha affermato che Veronica era convinta che Davide la tradisse.

I migliori video del giorno

In un stralcio dell'interrogatorio pubblicato dalla nota rivista settimanale Giallo, si viene a conoscenza di alcuni strani comportamenti della 27enne. Leggendo testualmente, Sonia ha riferito: "Mi mostrava una sua foto di quando era piccola e diceva di somigliare a Loris, non mi spiegavo questa cosa". 

Diego era il figlio preferito

Spesso Sonia andava a trovare la sua amica Veronica di sera, mentre il marito Davide era fuori per lavoro. Agli inquirenti ha detto che la Panarello adorava i programmi TV che trattavano di delitti irrisolti. Li guardava anche in presenza dei figli. Riguardo Diego, il figlio minore, la donna ha affermato: "Con lui, Veronica aveva un rapporto morboso". Intanto Veronica ha di recente ammesso di non aver portato Loris a scuola il giorno della sua morte, ma ha anche assicurato di non essere stata lei ad ucciderlo. Intanto, dalle dichiarazioni depositate da parte di Sonia, si scopre che il piccolo Diego sarebbe stato il figlio preferito della Panarello: "Di lui Veronica-ha raccontato la testimone- diceva che era intelligente come lei".

I rapporti ostili con i suoceri

Come si può leggere in un altro stralcio degli interrogatori, Veronica aveva un rapporto ostile con i suoceri. Sonia sempre ha riferito: "Spesso inventava dei fatti, solo al fine di far litigare madre e figlio, Di entrambi i suoceri parlava sempre in modo dispregiativo ... Con il suocero vi era un rapporto ad intermittenza". Le indagini proseguono, augurandoci vivamente che presto si faccia luce completa su questo gravissimo caso di Cronaca Nera che ha per protagonista, un bimbo innocente di 8 anni. Come già accennato, l'udienza preliminare nei confronti di Veronica Panarello, ci sarà il prossimo 19 Novembre