In pieno giorno, incurante di tutto, un ventitreenne si sarebbe reso protagonista di atti d'autoerotismo a bordo di un furgone, dopo aver parcheggiato il mezzo in via Leone XIII, a Caltanissetta. Non in solitudine, ma fissando costantemente una donna che si trovava su un’auto a pochi metri e che, senza perdere tempo, ha chiamato la Polizia. Intorno alle 13 di ieri, gli agenti della sezione Volanti sono intervenuti nelle vicinanze della sede centrale delle Poste del capoluogo nisseno, una zona tutt’altro che isolata, dopo l’insolita richiesta d’intervento. Arrivati sul posto, gli agenti hanno individuato il furgone, che nel frattempo si era messo nuovamente in marcia in direzione di via Guastaferro.

Sorpreso con la cerniera abbassata

Immediatamente gli agenti hanno effettuato un controllo accurato, trovando il giovane ancora con la cerniera abbassata dei jeans e cogliendo altri segni inequivocabili riconducibili, a quanto pare, agli atti osceni segnalati dalla donna. Il ventitreenne avrebbe ammesso le proprie responsabilità davanti ai poliziotti, senza troppi giri di parole, aggiungendo di aver fatto quel gesto alla vista della donna. Quest'ultima, formalizzando la denuncia negli uffici della Questura di Caltanissetta, ha detto ai poliziotti che si era vista affiancare dal furgone, con a bordo il giovane che richiamava l'attenzione con la richiesta di un accendino. Proprio nel momento in cui la donna si apprestava a passargli l'accendino, attraverso il finestrino, avrebbe preso il via lo sconcertante "show" del giovane.

I migliori video del giorno

Segnalazione immediata

La donna, allontanatasi immediatamente, ha chiesto l'intervento delle forze dell'ordine, attendendo a distanza l'arrivo della pattuglia della Polizia che nel volgere di pochi minuti ha individuato il mezzo segnalato e lo stesso conducente, ora finito nei guai. Decisiva la denuncia senza esitazione, grazie alla quale gli agenti sono riusciti a risalire in tempi assolutamente rapidi al presunto autore degli atti osceni in luogo pubblico.